Soluzioni dolci per la cefalea

Salute

Soluzioni dolci per la cefalea

La cefalea (o comune mal di testa) è un disturbo molto comune, può dipendere da una serie di fattori: cattiva digestione, pressione alta, tensione muscolare, stress, cui in inverno si aggiunge anche il freddo. La muscolatura della testa subisce contrazioni a causa delle temperature rigide, che possono provocare attacchi di cefalea.

Alcuni rimedi verdi si rivelano preziosi per curare ogni singolo disturbo. Se il mal di testa fa capolino dopo pranzo, al momento della digestione, oppure si avverte un senso di pesantezza alla testa per aver esagerato a tavola con bevande alcoliche, formaggi, cioccolato ed altri cibi grassi, l’anice stellato è un ottimo rimedio da assumere sotto forma di “quintessenza” (una specie di olio essenziale in cui vi sono anche componenti grasse), o di tisana.

Per dare sollievo alle vie biliari e al fegato e ridurre il rischio di mal di testa è utile il rosmarino (versare due o tre gocce in un cucchiaino di miele, tre volte al giorno per almeno due settimane, prima dei pasti). Quando il dolore alla testa compare dopo aver preso aria fredda e si localizza nella zona delle orecchie, si può scaldare la testa bevendo un infuso a base di tè nero, cannella, pepe nero e cardamomo.

Queste spezie, meglio se macinate, possiedono proprietà riscaldanti. La bevanda va sorseggiata calda.

Spesso il mal di testa deriva da contratture alla nuca e alle spalle, in genere dopo essere rimasti a lungo nella stessa posizione (per esempio davanti al pc o alla guida della macchina). In questi casi è consigliabile un massaggio alle spalle e al collo, per sciogliere le tensioni accumulate. Dopo il massaggio, da effettuare con olio di eucalipto (che rilassa e lenisce il dolore), va benissimo fare un bagno caldo o una doccia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche