Sonia Bruganelli, moglie di Bonolis: ‘Sono una privilegiata, non lo nego’

Gossip

Sonia Bruganelli, moglie di Bonolis: ‘Sono una privilegiata, non lo nego’

Dopo le polemiche che l’hanno investita di recente con l’accusa di ostentare la sua vita privilegiata, Sonia Bruganelli, 43 anni, moglie da 15 di Paolo Bonolis, ha provato a smorzare i toni, affermando in un’intervista al “Corriere della Sera” che “ lo scandalo” – in merito al suo elevato tenore di vita – sarebbe stato se avessi detto che potevo vivere una settimana con 30 euro a Cortina”. A far infuriare gli internauti invidiosi, infatti, era stato un video della signora Bonolis mentre protestava con un amico che le consigliava di prelevare solo 30 euro al Bancomat – “Che ci faccio con 30 euro?” – e poi le immagini in vacanza a Cortina con i figli – qualcuno le aveva chiesto sarcastico: “Ma i tuoi figli a scuola non ci vanno mai?” e lei aveva acutamente risposto “No, firmano con una ‘X’ “  –.

Sonia Bruganelli ha spiegato: “Non mi piacciono quelli che fanno i politically correct tanto per farlo.

O ci vivi davvero così, oppure fai solo finta, è solo una messinscena per sembrare quello che non sei”. “Non faccio una vita di lussi … Penso sempre a quello che posto.

Metto le cose che mi divertono – come  ogni utente dei social  e tutto quello che non toglie niente all’intimità della nostra famiglia … Ho il privilegio di fare una vita più comoda e la mia vita è anche questa.

Se facessi vedere solo che cucino o vado a far la spesa sarei molto più falsa”. Per quanto riguarda coloro che la attaccano su Facebook, Sonia contrattacca sottolineando che queste persone“Cambiano subito tono. Spesso quella degli hater è solo voglia di attenzione”. Come afferma il vecchio detto, “L’invidia è una brutta bestia” e questo vale anche per quanti hanno attaccato la moglie di Bonolis, come se non immaginassero che la famiglia di un noto conduttore televisivo, possa avere una vita economicamente migliore della gente comune, che non ha nulla a che vedere con il mondo dello spettacolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...