Sono 31 le aziende vinicole cuneesi premiate alla “Douja d’or di Asti” COMMENTA  

Sono 31 le aziende vinicole cuneesi premiate alla “Douja d’or di Asti” COMMENTA  

Sono 31 le aziende vinicole della provincia di Cuneo premiate al 40^ concorso enologico nazionale “Douja d’or 2012”, bandito dalla Camera di commercio di Asti in collaborazione con l’Onav, l’organizzazione nazionale assaggiatori di vini.

Tecnici ed esperti, dopo aver esaminato i campioni a livello organolettico, cioè guardando agli aspetti visivi, olfattivi e gustativi, hanno stilato la classifica, riconoscendo a molti (la metà circa dei concorrenti) caratteristiche di qualità elevata. D’ora in poi, potranno fregiarsi di un apposito bollino, autorizzato dal Ministero delle Politiche agricole e forestali.

L’operazione precede la 46esima edizione del grande appuntamento astigiano (la 40esima del concorso) calendarizzata, quest’anno, dal 7 al 16 settembre, al palazzo Enofila di Asti. Per l’occasione sono stati esaminati ben 972 campioni di vini Doc e Docg, proposti da 373 cantine italiane e ne sono stati premiati 450 (38 dei quali con l’Oscar riservato al top). Il Piemonte ha fatto la parte del leone con 221 assegnazioni di riconoscimento, tra cui 20 Oscar.

“Ancora una volta – commenta il presidente della Camera di commercio di Cuneo, Ferruccio Dardanello – si conferma lo straordinario livello di una produzione, punta di diamante del territorio. Anche in tempo di crisi, il vino difende i propri spazi e si riconferma come eccezionale risorsa, capace di superare selezioni severe e di competere con le carte in regola sui mercati nazionali e internazionali. Confermato il suo ruolo di ambasciatore di un’area che abbraccia una larga fascia di terra subalpina e ha, in Langhe e Roero, il massimo punto di forza”.

L'articolo prosegue subito dopo

E veniamo alle aziende premiate: fratelli Abrigo (Diano d’Alba), Marco e Vittorio Adriano (Alba), Valter Bera di Bera (Neviglie), Soc. agricola Brandini (La Morra), Renato Biganza (Piobesi d’Alba), Andrea Burlotto (Verduno), Azienda agric. Cagliero (Barolo), Cantina del Nebbiolo (Vezza d’Alba), Cantina della Porta Rossa (Diano d’Alba), Cantina Terre del Barolo (Castiglione Falletto), Cascina Cucco dei fratelli Stroppiana (Serralunga d’Alba), Fratelli Casetta (Vezza d’Alba), az. Caudrina di Romano Dogliotti (Castiglione Tinella), Luigi Drocco (Alba), Enrico Serafino (Canale), Ettore Fontana (Castiglione Falletto), Giovanni Ghiga (Castiglione Tinella), Giordano Vini (Diano d’Alba), fratelli Massucco (Castagnito), Fratelli Mossio (Rodello), Palazzo Rosso (Pocapaglia), Giovanni Prandi (Diano d’Alba), Salvano (Diano d’Alba), Sartirano figli (Monforte d’Alba), Savigliano fratelli (Diano d’Alba), Sibona fratelli (S. Stefano Roero), Giovanni Sordo (Castiglione Falletto), Matteo Soria (Castiglione Tinella), Tenuta Carretta (Piobesi d’Alba), Toso (Cossano Belbo), Giovanni Veglio e figli (Diano d’Alba), Michele Viano (Vezza d’Alba), Antonio Viglione e figli (Monteu Roero), Villadoria (Serralunga d’Alba).

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*