Soprattutto di origine straniera o figli di una coppia mista i primi nati del 2012 in Italia

Sesso & Coppia

Soprattutto di origine straniera o figli di una coppia mista i primi nati del 2012 in Italia

La piccola Sofia ha mamma vietnamita e papà romano ed è nata all’ospedale San Filippo Neri 3 secondi dopo la mezzanotte. Lo ha reso noto lo stesso Comune della capitale, annunciando che il sindaco Gianni Alemanno si sarebbe recato, come consuetudine, a portare i suoi auguri alla bimba e alla famiglia.

Takwa (foto con la mamma, ndr) è invece di origine tunisina ed è nata un’ora e 42 minuti dopo la mezzanotte nella sala parto dell’ospedale Sant’Anna di Torino. E’ la prima bambina nata nel capoluogo piemontese e pesa 4, 1 kg. La sua mamma, Karik, ha 26 anni ed è casalinga, mentre il papà, Ben Ahmed, è meccanico e di anni ne ha 44. La piccola Takwa ha una sorella maggiore, Jasmine, di 4 anni.

Sempre dalla Torino multietnica è arrivata la notizia che la prima nata dell’ospedale Maria Vittoria, la piccola Ginevra, è figlia di una coppia “mista”: il papà è italiano e la mamma nigeriana. La bimba è arrivata poco prima delle 8 di ieri, 1° gennaio, dopo i due fratellini Gloria e Matteo.

Anche il primo nato all’ospedale ad Asti è figlio di una coppia mista (papà italiano e mamma russa). I neogenitori vivono a Frinco d’Asti ed è il loro primo bambino.

Poco dopo la mezzanotte venuta alla luce Beatrice Pastè, di 2,650 chili, la prima valdostana del 2012, figlia di una coppia mista. La mamma, Marinela Tilicà, è romena, mentre il papà Claudio è di Chivasso. Vivono nel Canavese, ma hanno scelto l’ospedale Beauregard di Aosta vista la chiusura dei reparti di Ostetricia e ginecologia nel polo di Ivrea. A Milano fra i nati di Capodanno c’è anche Mia Zarate, figlia del giocatore argentino dell’Inter.

Anche fra i primi nati d’Abruzzo c’è una bimba di origini straniere. E’ nata all’ospedale di Avezzano da genitori marocchini che vivono a Civitella Roveto. Da una coppia mista è arrivato invece il primo nato del 2012 in Molise: è un maschietto venuto alla luce un’ora e 55 minuti dopo la mezzanotte all’ospedale “Cardarelli” di Campobasso.

Papà molisano, mamma di origine russa, il bimbo pesava alla nascita tre kg e 700 gm.

In provincia di Savona il primo nato è invece Ergi, pesa 3,120 grammi, ed è figlio di una coppia albanese. E’ venuto alla luce ieri alle 12,17 all’ ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, da mamma Eli e papà Klajdi Prroj.

In Umbria ha genitori stranieri il primo nato all’ospedale di Città di Castello. In Toscana l’ultimo bimbo del 2011è il piccolo Radu Nicolae Scutaru, di origini rumene, nato nella serata del 30 dicembre. Lo stesso primato, nel Tigullio ligure, è andato a Tora, una bimba nata a Sestri Levante da genitori bengalesi: la piccola, 3,60 chili, è arrivata alle 10,55 del 31 dicembre.

Giovanni, nato poco dopo mezzanotte, ha la mamma è barese e il papà marocchino, che non ha ancora potuto vederlo perché bloccato da un visto mancante.

Dello Sri Lanka è originario il primo nato di Catania venuto alla luce ieri mattina alle 3.15.

Si trova nel reparto di neonatologia dell’ospedale Garibaldi Nesima e pesa 2,550 chilogrammi.

Intanto nel discorso di fine anno il presidente Napolitano è tornato ad esortare perché la politica e il parlamento riflettano sul passaggio dallo Ius sanguinis allo Ius soli (i diritti di nascita attribuiti ai bambini nati nel territorio nazionale), perché venga incontro a questi bimbi che non possono crescere da stranieri nella patria in cui sono nati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche