Sorrento, Ruotolo è il nuovo allenatore: “Qui solo per vincere”

Calcio

Sorrento, Ruotolo è il nuovo allenatore: “Qui solo per vincere”

Il Sorrento è andato dove l’ha portato il cuore. Si è infatti concluso a sorpresa il casting per il nuovo allenatore dei rossoneri, dopo l’esonero di Maurizio Sarri avvenuto nella tarda serata di lunedì. Beffati Sasà Campilongo e Nello Di Costanzo, che sembravano destinati ad un testa a testa, il presidente Citarella ha deciso di puntare su Gennaro Ruotolo, sorrentino doc, che ha firmato un contratto fino al prossimo giugno: non è nota la presenza di clausole legate all’eventuale raggiungimento della promozione o dei playoff, che rimangono comunque ovviamente obiettivi della società, partita in estate con dichiarate ambizioni. Ruotolo ha già diretto il primo allenamento al campo Italia, laddove domenica pomeriggio esordirà nel delicato scontro d’alta classifica contro il Pisa.

Nella conferenza stampa di presentazione il neo-allenatore rossonero non ha nascosto l’emozione: “Tornare qui da allenatore ha un sapore speciale. Sorrento è un qualcosa che sento sulla pelle, che ho dentro. Sono caricato a mille, le grandi responsabilità non mi mettono paura.

Con me non ci saranno gerarchie, giocherà chi merita e si impegnerà in allenamento. Obiettivi? Vincere. E basta”. Ruotolo torna ad allenare poco più di un anno dopo l’esonero subito a Savona: nella sua giovane carriera ci sono anche quattordici panchine di Serie A, nel 2009-2010 a Livorno. Ha alle spalle una presenza in Nazionale nel 1991 durante la gestione Vicini, nel Trofeo amichevole Scania in Svezia, ma ha legato la sua carriera soprattutto ai colori del Genoa, di cui è stato una bandiera, indossando la maglia rossoblu in 444 partite ufficiali tra il 1988 ed il 2002. Ma è indelebile anche il rapporto con la squadra della sua città, con la quale ha mosso i primi e gli ultimi passi calcistici, ottenendo due promozioni dalla C2 alla C1: nel 1985, a soli diciotto anni, e nel 2007, a quaranta primavere suonate. Il sogno malcelato è quello di fare tris, ma con un altro ruolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...