Sotto accusa farmaco anti-acne: induce al suicidio e alla depressione COMMENTA  

Sotto accusa farmaco anti-acne: induce al suicidio e alla depressione COMMENTA  

roche_roaccutan-400x266

Serve per curare l’acne, ma provoca effetti collaterali choc: il medicinale si chiama Roaccutan ed è prodotto dalla Roche, è finito sotto accusa in Gran Bretagna perché in grado di provocare depressione e suicidio. Nel 2012 un ragazzo di 26 anni inglese si suicidò dopo aver utilizzato questo farmaco per la cura dell’acne per diversi anni. Il 25 Aprile scorso i genitori del ragazzo hanno organizzato un presidio di protesta davanti alla sede della casa farmaceutica Roche.


Gli effetti collaterali del farmaco sono finiti sotto inchiesta, ed ora se ne sta occupando la “Commission on Human Medicines”, poiché il governo britannico ha chiesto chiarezza su questo diffuso medicinale.


La Roche si difende dichiarando che “ad oggi non sono state definite relazioni di causa-effetto per sbalzi di umore e depressione legate all’assunzione del farmaco nei pazienti con acne, a parte i rari casi documentati”. In via precauzionale sarebbe meglio sospendere l’assunzione del farmaco oppure, in caso di effetti collaterali di questo tipo, rivolgersi subito al medico.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*