Sovrasfruttamento delle foreste tropicali: legno come il petrolio

Ambiente

Sovrasfruttamento delle foreste tropicali: legno come il petrolio

Se le foreste tropicali continueranno ad essere sfruttate al ritmo degli ultimi decenni, si rischierà il “picco del legno”. Ad affermarlo la ricerca condotta da Philip Shearman dell’ Australian National University, pubblicata sul Biological Conservation. Secondo il gruppo di ricercatori infatti, in diversi Paesi come le Filippine e la Thailandia, si sta già iniziando a ridurre la produzione di legno.

In pratica se il legno viene tagliato più in fretta del tasso di rinnovo, diventa a tutti gli effetti una risorsa non rinnovabile e quindi come il petrolio, soggetta alla teoria del picco di Hubbert.

Il tempo necessario a una foresta tropicale per ripristinare il proprio volume ed ecosistema, va in media dai 50 ai 500 anni. I cicli applicati attualmente che dovrebbero rappresentare un uso sostenibile del legno delle foreste, è di 30-35 anni al massimo. Il risultato è l’approvvigionamento di legno da aree sempre più interne alle foreste e la conseguente frammentazione che porta al degrado e alla progressiva riduzione delle foreste.

Ecco un esempio del picco di Hubbert applicato al legno proveniente dalla Malesia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche