Spacciatore a Montesacro aveva con sé un dipinto del ‘600

News

Spacciatore a Montesacro aveva con sé un dipinto del ‘600

Stava caricando il prezioso dipinto su una Fiat Cinquecento appena noleggiata, quando i Finanzieri del Comando provinciale sono intervenuti. L’opera, risalente al ‘600, era stata rubata dalla casa di due produttori televisivi nel 2008 e raffigura Dalila che taglia i capelli a Sansone. Del prezioso dipinto si era persa ogni traccia fino a quando, casualmente, è stata ritrovata nelle mani di un noto spacciatore di Montesacro.

La perquisizione effettuata dai militari all’interno dell’abitazione dell’uomo, quarantenne, ha portato alla luce 40 mila euro tra contanti e assegni, due etti di cocaina e tutto il materiale occorrente per il confezionamento della droga. Probabilmente il malvivente intendeva vendere il dipinto e forse già aveva tentato di farlo senza riuscirci. L’autore dell’opera d’arte è Carneo, che fu influenzato dal Tintoretto e dal Caravaggio (scuola veneta). L’opera nelle mani dello spacciatore è stata giudicata autentica ed ora è stata inserita nel database dei Carabinieri del nucleo tutela patrimonio artistico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche