Spectacles: cosa sono

Spectacles: cosa sono

Tecnologia

Spectacles: cosa sono

Spectacles

Alcuni dettagli supplementari in merito a Spectacles, gli occhiali provvisti di videocamera – ma è più cool chiamarli smart glasses – prodotti da Snapchat.

Abbiamo già avuto modo di parlare di Spectacles, i nuovi occhiali multimediali – che poi siano effettivamente spettacolari come il nome promette, questo è tutto da verificare – prodotti da Snapchat, fiore all’occhiello dell’azienda fondata di Evan Spiegel e rivali più accreditati dei più celebri – ancora per quanto? – Google Glasses. In particolare, ci siamo occupati del loro funzionamento e di come si registrano e condividono i video per tramite di essi. Ora vogliamo fornire qualche dettaglio in più, a mo’ di recap generale, per aiutarvi a decidere se investire parte dei vostri risparmi su un gadget elettronico che, comunque, non è certo a buon mercato (circa 130 dollari negli Stati Uniti). Nelle righe che seguono, dunque, troverete qualche dettaglio in più sugli smart glasses – si chiamano così, in un linguaggio più trendy e moderno – Spectacles.
Sostanzialmente Spectacles si compone di un paio di normali occhiali, che montano, innestata sullo spigolo superiore della lente destra una videocamera; mentre sullo spigolo superiore della lente sinistra troviamo i comandi per avviare, interrompere e salvare una registrazione.

Gli occhiali possono essere collegati a uno smartphone designato, sulla cui memoria potranno essere salvati i video registrati con Spectacles. La videocamera ha un angolo di ripresa di 115 gradi, e può registrare video di durata massima di 10 secondi. La connettività, invece, è garantita sia mediante protocollo wi-fi, sia tramite Bluetooth. In quanto dispositivo elettronico, Spectacles monta delle batterie a ioni di litio, riposti in un apposito case, e ricaricabili tramite cavo USB. Al momento, proprio la durata della batteria, e qualche problema riscontrato con il software che governa l’apparecchio, sembrano essere i problemi più vistosi di Spectacles, almeno a leggere le recensioni dei siti più accreditati (anche stranieri); ma siamo sicuri che Snapchat correrà ai ripari quanto prima, e correggerà questi piccoli difetti, per salpare definitivamente alla conquista dei mercati internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche