Spending review: ecco la lista dei "tagli" - Notizie.it
Spending review: ecco la lista dei “tagli”
Roma

Spending review: ecco la lista dei “tagli”

La lista dei tagli che il nostro Governo intende effettuare nell’arco di tre anni, secondo i dettami della spending review, appare piuttosto corposa e a tratti insensata, se pensiamo che la scure andrà a colpire “I soliti ignoti”, o meglio “i soliti idioti”, risparmiando larghi settori politicamente off limits. Il decreto semi-blindato, approderà a fine luglio in parlamento e pare non ci siano grandi spiragli di modifiche , infatti in tre anni bisognerà risparmiare categoricamente 26 miliardi suddivisi in: 4 miliardi e mezzo da ottobre a dicembre 2012; altri 10 e mezzo per il 2013 e 11 per il 2014. Vediamo nel dettaglio la lista dei tagli:

Pubblica amministrazione: si parla di 3 milioni e 250 mila euro, consistente nell’eliminazione de 20%dei dirigenti e 10% dei dipendenti in 3 ( i primi saranno tuttavia tutelati da “scivoli” che i secondi non avranno, godranno infatti dell’80% dello stipendio per 2 anni, poi a casa, secondo il decreto Brunetta)

Licenziamenti: Il Governo punta a privatizzare ogni cosa e secondo tale politica l’amministrazione potrà risolvere ogni rapporto senza interferenze sindacali.

La riduzione dell’organico toccherà anche le Forze armate (10%)

Auto blu e ministeri: Sarà ridotto del 50% il parco auto già dal prossimo autunno, con un risparmio di 4, 5 miliardi in due anni

Acquisti Le amministrazioni pubbliche potranno rescindere contratti di lungo periodo non più convenienti o troppo onerosi, per gli acquisti di beni e servizi

Sanità Gli ospedali con 120 posti letto si salveranno, gli altri verranno accorpati: in totale si perderanno 180 mila posti letto a livello nazionale . Il decreto è stato definito “ammazza salute”per ovvie ragioni

Enti locali: il decreto prevede una riduzione dei trasferimenti alle regioni pari a 700 milioni di euro per il 2012 e di 1 milardo per il 2013; ai comuni saranno erogati 500 milioni in meno quest’anno e 1 miliardo il prossimo.

Province. Da 2014 saranno istituite 10 città metropolitane: Roma, milano, torino, venezia,genova, bologna, firenze, bari, napoli, reggio calabria

Emittenti Dal 2013 le tv private locali subiranno un taglio di 30 milioni, con la perdita di 5 milioni di posti di lavoro

Procure Salteranno 38 procure, 37 tribunali e 220 uffici giudizari distaccati; il personale sarà redistribuito nel territorio.

Saranno altresì eliminati oltre 600 uffici dei giudici di pace, per un risparmio di 3 milioni quest’anno, 17 milioni il prossimo e 31 nel 2014

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche