Sport, si continua a morire in campo

Attualità

Sport, si continua a morire in campo

Nel 2012 sono morti 28 giocatori e 43 ciclisti. La Fondazione Giorgio Castelli, dedicata proprio a questo ragazzo deceduto per infarto nel 2006, sta raccogliendo e analizzando tutti i dati relativi alle morti di atleti sportivi, la maggior parte dei quali giovanissimi. Ci si chiede se è possibile evitare queste tragedie. E’ importante sottoporsi ciclicamente agli esami di routine e non sottovalutare mai alcuna patologia o sintomi sospetti.

Inoltre, bisogna avere a disposizione un defibrillatore in ogni impianto sportivo. Pare che da Ottobre prossimo questo avverrà, ma intanto occorre aprire gli occhi su questi frequenti decessi e chiedersi se ci sono responsabilità.

Il pallavolista Vigor Bovolenta, morto mentre giocava in campo lo scorso Marzo 2012, soffriva di coronopatia e non doveva essere in campo. Ora sono indagati i due medici che rilasciarono al giocatore il certificato di idoneità sportiva agonistica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...