Sportitalia Awards 2017, da Fassone a Corvino, una serata di calciomercato

Calcio

Sportitalia Awards 2017, da Fassone a Corvino, una serata di calciomercato

Sportitalia Awards 2017

Sportitalia Awards 2017, nella serata di Carate Brianza, tra Fassone, Corvino e Conti, mosse e contromosse di calciomercato.

Sportitalia Awards 2017, giochi di luce, spettacolo ma soprattutto una serata all’insegna del calciomercato. Alla costante ricerca di notizie, di una mezza dichiarazione che potesse far intuire in che direzioni andranno le varie trattative in corso in questa sessione di mercato. In un splendida serata organizzata da Sportitalia, noi di Notizie.it siamo riusciti ad intervistare, a carpire gli umori e anche le possibili soluzioni di calciomercato dei vari ospiti presenti.

Sportitalia Awards 2017, Fassone tra Donnarumma e Kalinic

Lo Sportitalia Awards 2017 ha permesso al dg del Milan, Marco Fassone, di tracciare una linea bene precisa su quali saranno le prossime mosse di mercato, ponendo una volta e per tutte fine alla questione Donnarumma. E così, se l’ex dg di Napoli e Inter, può dormire sogni tranquilli con Suso che ha detto che “non ho ancora rinnovato il contratto con il Milan ma resto di sicuro. Sono molto felice qui“, sulla questione Donnarumma ha detto: “la situazione si ricomporrà rapidamente, è già durata troppo tempo.
Si risolverà, non so se sono ottimista o no, è meglio basarsi solo sulla realtà.

Ho avuto la fortuna di conoscere le più belle realtà del calcio italiano. Il Milan mi ha sorpreso perché da una sensazione di essere una grande società, una macchina molto potente pronta a ripartire dopo anni in garage”. In attesa di rinnovare il contratto di Suso, il Milan sta cercando di completare il reparto offensivo puntando su Kalinic. Proprio sull’attaccante croato della Fiorentina, noi di Notizie.it abbiamo già avuto modo ieri sera in diretta di riportare un incontro fugace tra Mirabelli e Corvino.

Corvino, da mister plusvalenze alle questioni di calciomercato

Pantaleo Corino è stato premiato agli Sportitalia Awards 2017 come mister plusvalenze. L’unico direttore sportivo di Serie A che è riuscito negli ultimi anni ad ottenere grandi risultati nel mercato delle cessioni. Al di là del premio però, il direttore sportivo della Fiorentina deve risolvere alcune grane derivanti dalle decisioni prese da Bernardeschi, Borja Valero e Kalinic. Tutti e tre i calciatori hanno deciso di andare via e, se da un lato la Fiorentina a detta di Corvino si sente pronta ad iniziare un nuovo ciclo, dall’altro pesa come un macigno sul club viola la decisione presa dai tre calciatori.

Proprio su Kalinic però Corvino ha detto chiaramente che, ringrazia il Milan per l’interessamento mostrato, ma che il calciatore non è in vendita. Una dichiarazione agli Sportitalia Awards 2017 che fa ben sperare anche se si preannuncia una battaglia interna molto forte visto che, sia l’attaccante croato che il Milan, non sembrino interessati a cambiar idea.

1 / 7
1 / 7
Sportitalia Awards 2017
Sportitalia Awards 2017
Sportitalia Awards 2017
Sportitalia Awards 2017
Sportitalia Awards 2017
Sportitalia Awards 2017
Sportitalia Awards 2017

Bucchi si presenta agli Sportitalia Awards 2017: le sue idee e Berardi

Dopo l’ottimo campionato fatto con il Perugia, Cristian Bucchi si appresta ad esordire in Serie A con il Sassuolo, una squadra che ha avuto modo di lanciare Eusebio Di Francesco nel calcio che conta come allenatore. Proprio in merito al suo predecessore, l’ex Perugia ha detto chiaramente che non ha intenzione di fare paragoni, di voler proseguire il buon lavoro svolto dal suo collega negli ultimi anni apportando qualche modifica dal punto di vista dell’idea di gioco. Un’idea di calcio che potrebbe mutare anche dalla presenza o meno di un calciatore importante come Domenico Berardi. Proprio sulla punta di diamante del Sassuolo e dell’under 21 italiana, Bucchi ha detto che ci parlerà appena si presenterà in ritiro, provando a convincerlo tramite la presentazione del suo progetto tecnico e le sue idee di calcio.

Perinetti e il Venezia con il sogno del duo Lapadula-Mexes

La conquista della Serie B da parte del Venezia di Inzaghi, spinge il direttore sportivo Perinetti a costruire una squadra che possa affrontare in modo adeguato un campionato difficile come quello cadetto, cercando di affidarsi sempre alle colonne portanti della squadra. Negli ultimi giorni, i tifosi del Venezia hanno avuto modo di sognare con i nomi di Lapadula e Mexes. Su entrambi, il ds del Venezia ha chiaramente detto che, se per il primo è quasi impossibile perché il calciatore ambisce ad una squadra di Serie A, per l’ex difensore rossonero si potrebbe aprire uno spiraglio ma come uno dei preparatori dello staff di Inzaghi.

Meret ed un futuro tra Ferrara e Napoli

La grande stagione con la Spal ha confermato ulteriormente le qualità tecniche del portiere classe ’97. Con un calciomercato da poco cominciato, il portiere dell’Udinese dovrà decidere il proprio futuro. Spal o Napoli? Il desiderio del giovane portiere è quello di giocare di più e quindi, punterà a ritornare alla Spal. E il Napoli? Una grande piazza a cui ambire ma magari nella prossima stagione, quando Reina magari accetterà il ruolo di secondo portiere. Ritorno certo a Ferrara? Non è ancora deciso ma a quanto pare tutte le strade, almeno per un altra stagione, portano alla Spal.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche