Spread nel mese di ottobre COMMENTA  

Spread nel mese di ottobre COMMENTA  

L’Italia sembra festeggiare il ritorno dello spread fra BTp e Bund tedeschi sotto quota 230 sui livelli minimi da oltre due anni.

Ma, in realtà, il Tesoro non ha molto da rallegrarsi di questo primato perché è douto solo a un rialzo dei tassi tedeschi e non a una riduzione di quelli italiani.


Significativo è il confronto con i primi giorni di luglio del 2011, l’ultima volta in cui lo spread viaggiava sotto i 230 punti.

Pochi pensavano a una nuova recessione : il Bund decennale era sopra il 2% e il BTp si muoveva sopra il 5% ma proprio di lì a poco si sarebbe arrivati alla deriva sei titoli di Stato italiani.


Lo spread, pertanto, è un confronto tra due grandezze non una misura assoluta.

Non c’è ancora da rallegrarsi, aspettiamo periodi migliori.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*