Spunta Villas Boas per la panchina interista

Inter

Spunta Villas Boas per la panchina interista

Villas Boas
Villas Boas

Altro giro, altro nome. Nella corsa al prossimo allenatore dell’Inter, si iscrive anche Villas Boas. Ad affermarlo con grande sicurezza è Pinto da Costa, presidente del Porto, squadra con la quale l’attuale tecnico del Chelsea si è affermato: “Se Villas Boas lascia il Chelsea sarà il prossimo allenatore dell’Inter”. Se lo dice lui, che ha imposto all’attenzione generale lo Special Two, qualche fondamento di verità potrebbe pure esserci. Il problema più grosso, ad oggi, sta nel fatto che il tecnico più ambito d’Europa non più tardi di un anno fa, è praticamente in caduta libera. A Londra, infatti, Villas Boas non ha avuto la stessa fortuna di Mourinho, tanto che la sua squadra, in Premier League, si ritrova a ben 17 punti dal Manchester City. I 15 milioni di euro della clausola rescissoria, pagati da Abramovich al Porto per poterlo mettere sulla panchina del Chelsea, non hanno fruttato quanto si sperava e se il portoghese dovesse chiudere l’anno senza trofei, molto probabilmente dovrebbe cercarsi una nuova panchina.

Che, appunto, secondo Pinto da Costa, sarebbe quella nerazzurra. Il vaticinio del massimo dirigente del Porto, cozza però con una serie di fatti non proprio secondari. A partire dal modulo di gioco preferito dal portoghese, un 4-3-3 molto dispendioso che comporterebbe una fitta serie di acquisti da parte di una società stretta nella morsa del Fair Play finanziario. E poi, c’è un altro dettaglio che sembra fatto apposta per ostacolare il matrimonio tra Villas Boas e Moratti: il tecnico, infatti, guadagna più di cinque milioni di euro a stagione non sembra possibile che accetti di muoversi per cifre nettamente inferiori. Intanto, però, è pronto un nuovo nome da spendere sulle gazzette sportive per i prossimi mesi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche