Squadra Antimafia: la serie tv più forte sui social COMMENTA  

Squadra Antimafia: la serie tv più forte sui social COMMENTA  

Squadra antimafia
Squadra antimafia

Pietro Valsecchi stila un bilancio di Squadra antimafia: i dati molto soddisfacenti che premiano la serie alla fine di un lungo viaggio

Pietro Valsecchi, amministratore delegato di Taodue, orgoglioso del lungo e piacevole percorso di una delle serie tv più amate dagli Italiani negli ultimi anni, commenta: “Si conclude con grande soddisfazione  la storia di Squadra Antimafia, che con la sua ultima puntata – afferma con convinzione – ha battuto di tre punti sul target individui (13% vs 9,9%) e di ben 5 punti sul target commerciale (14,9% vs 9,1%) la serie Rocco Schiavone della Rai, totalizzando 600 mila spettatori in più (3,1 milioni vs 2,5 milioni)”.

Ma l’incredibile corrispondenza con un vasto e variegato pubblico appare ancor più evidente quando si considera il risultato della produzione presso una fascia d’età particolarmente bassa e non solo quindi un gruppo di spettatori conservatori per quanto riguarda questioni di gusto. Lo stesso Valsecchi mette in risalto che “Il risultato di Squadra Antimafia è ancora più significativo considerando il dato sul pubblico giovane (15-34 anni) che ha raggiunto il 17% contro il 5% del competitor” rendendo noti anche alcuni dati particolarmente suggestivi, che permettono al telefilm di essere diventato “la serie italiana più forte sui social network e sul web, dove ogni episodio viene visto ogni settimana da più di 500mila spettatori, ed è stata premiata negli anni con la vendita di oltre mezzo milione di DVD”. Numeri da capogiro che premiano un iter di 8 stagioni, attirando così le attenzioni anche dall’estero, dove la serie viene trasmessa in circa 60 paesi; verrà inoltre realizzata una versione in Messico volta al pubblico USA di lingua spagnola.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*