SSD per macbook pro: quale scegliere e che cosa è

SSD per macbook pro: quale scegliere

Tecnologia

SSD per macbook pro: quale scegliere

SSD per macbook pro: quale scegliere
SSD per macbook pro: quale scegliere

Cosa sono gli SSD? A cosa servono? Perchè sceglierli per il nostro Macbook Pro? A queste e altre domande tenteremo di rispondere con questo articolo.

Partiamo dalla definizione, che è più facile di quel che si pensi. L’SSD, che è l’acronimo di Solid State Drive, è un tipo di hard disk, ma abbastanza particolare. Infatti, invece di avere una memoria di tipo magnetico, come hanno di base i Macbook Pro, ne ha una di tipo Flash, che dà prestazioni e risultati decisamente maggiori rispetto alle concorrenti. Quando vedete che il vostro Macbook è lento, può dipendere infatti anche dall’hardware. Raramente sarà un problema di CPU, che anzi in genere ha una potenza standard per tutti i modelli. Infatti solo così si riescono a tenere bassi i consumi. Per questo una decisa “svecchiata” al comparto hardware può essere non solo consigliata, ma anche necessaria.

Vediamone i vantaggi e gli svantaggi.

Vantaggi: grazie alla altissima velocità di trasferimento dati, il vostro Mac sarà in gradi di non temere rivali.

Accensione e caricamento delle app anche più pesanti in pochi istanti. Un esempio? Photoshop, che molti utilizzatori di Macbook conosceranno per la sua peasantezza, si carica in tre secondi ( con un MacBook Pro 13″ base e Samsung 850 EVO da 512 GB)

Svantaggi: gli SSD costano di più. Se avete bisogno di parecchio spazio sul vostro computer e non siete disposti a comprare un hard disk esterno per mettere lì i file più ingombranti, l’SSD non fa per voi.
In questo caso, esiste un’alternativa, ma ammettiamo che è strana e complicata: rinunciare al lettore DVD del vostro notebook per inserire l’SSD al suo posto, creando un MacBook dual drive ad un costo ridotto. Tuttavia, la procedura da seguire è molto complicata e delicata, inclusa la gestione dei due dischi dopo il montaggio, che allo stesso modo non è semplicissima. Per questo il consiglio è di seguire la strada più semplice: sostituire il proprio hard disk di base con un SSD e gestire i file più pesanti (per esempio musica e video), attraverso una economica unità esterna USB.

Ma quale SSD scegliere? Andiamo a vederne una piccola lista

La scelta principale ricade tra due delle marche migliori per la SSD, ovvero Samsung e Crucial.

Samsung 850 EVO: l’entry level per antonomasia.

È forse l’SSD più venduto e conosciuto al mondo, con ottime prestazioni e un rapporto qualità prezzo tra i migliori della categoria. Lo trovate nelle versioni da 250 GB, 500 GB, 1 TB e 2 TB.

Samsung 850 PRO: l’SSD Samsung con le migliori prestazioni, dotato di memoria MLC (Multi-Layer Cell) molto veloce e duratura. Non adatto a essere montato su Mac piuttosto vecchi, ma ottimo per fare un importante aggiornamento di macchine rilasciate dal 2011 in poi. Viene venduto nei tagli da 256 GB, 512 GB, 1 TB e 2 TB.

Crucial MX300: se invece volete cercare oltre, rispetto a Samsung, sappiate che i dischi di Crucial sono sicuramente un’ottima scelta da compiere per chi vuole puntare a un prodotto che fa di un nuovo sistema di caching ottimizzato il suo punto forte. Anche Ii questo caso potete sceglierlo in tagli diversi: i consigliati sono il 525 GB, il 750 GB e l’1 TB.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

kindle
Tecnologia

Kindle: prezzi e costi

18 novembre 2017 di Notizie

E-reader e tablet sono strumenti moderni entrati a far parte delle nostre vite. Sono estremamente utili e pratici e ci consentono di leggere libri e reperire informazioni di ogni genere su Internet.

Modestino Picariello 757 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+