Stanley Hotel Colorado: misteri e infestazioni COMMENTA  

Stanley Hotel Colorado: misteri e infestazioni COMMENTA  

Stanley Hotel in Colorado
Lo Stanley Hotel ad Ester Park, in Colorado

Ad Estes Park, in Colorado, esiste un albergo chiamato Stanley Hotel con 140 stanze tutte realizzate in stile neo – georgiano.

Nei Paesi anglofoni si parla di “stile o architettura georgiana” per definire gli stili architettonici del periodo compreso tra il 1720 e il 1840, stilistanley_in_snow che prendono il nome dai quattro sovrani inglesi che hanno regnato in quel periodo e si chiamavano George. Tali stili, ideati con l’intento di fare della Gran Bretagna un Paese meno “isolazionista”, richiamano il Rinascimento italiano anziché il “barocco locale” sperimentato da alcuni architetti  britannici dell’epoca  -.

Leggi anche: Zucco Grande, il paese fantasma delle Eolie


Lo Stanley Hotel, costruito in base a questo criterio nella parte occidentale del Nord America, offre anche una vista del Rocky Mountain National Park (Parco Nazionale delle Montagne Rocciose) ed una proprio sulle Rockies, le celeberrime Montagne Rocciose, che costituiscono una delle vaste catene montuose della Terra.

Leggi anche: Yogma Land: parco divertimenti abbandonato a Seoul


L’albergo che si trova in questo suggestivo scenario, si chiama così perché è stato edificato da un noto personaggio, il quale nel 1903 si trasferì ad Estes Park per motivi di salute: Freelan Oscar Stanley della Stanley Steamer Company, una casa automobilistica da lui fondata assieme a suo fratello gemello Francis Edgar Stanley, per costruire automobili a vapore.


La struttura è stata inaugurata il 4 luglio (Giornata dell’Indipendenza americana) del 1909 con un catering a cui parteciparono personalità ricche e famose americane tra le quali Margaret Brown, passata alla storia come  l’ “Inaffondabile Molly Brown”, superstite del naufragio dell’ RMS Titanic, il compositore e direttore di banda John Philip Sousa, il presidente Theodore Roosevelt, che come auto ufficiale per il suo mandato  scelse proprio una  Stanley Steamer, l’Imperatore e l’Imperatrice del Giappone nonché diverse star di Hollywood.

L'articolo prosegue subito dopo


Oggi lo Stanley Hotel ed i suoi terreni circostanti figurano nel National Register of Historic Places (Registro Nazionale dei Luoghi Storici americani).

Da lì passarono illustri ospiti come lo scrittore Stephen King, il quale si ispirò proprio a questo albergo per l’Overlook Hotel di cui si parla nel suo romanzo Shining. In questo luogo è stata girata la miniserie del 1997 ispirata al libro, mentre l’omonimo film di Stanley Kubrick venne girato altrove, ma il canale 42 delle televisioni dell’hotel, lo trasmette a ripetizione. Nell’albergo sono stati girati altri film come la nota commedia Scemo più scemo con Jim Carrey.

E’ stato inoltre teatro di un concerto country – punk, di un festival di film horror indipendenti (lo Stanley Film Festival), è stato oggetto di indagini per un programmi su fantasmi e brividoGhost Adventures e Ghost Hunters  – istanleyfantasmi cui addetti hanno verificato personalmente episodi paranormali ai quali hanno cercato di dare una spiegazione ed altri a cui non sono proprio stati in grado – ed è stato persino oggetto di studi scientifici geologici – che però non hanno riscontrato nulla di insolito o radioattivo nel terreno circostante -.

Nel 2013 si parlò ancora dello Stanley Hotel perché venne annunciato che avrebbe costruito un cimitero per gli animali, che ispirò un altro romanzo di Stephen King, Pet Sematary.

Ma perché questo inquietante legame tra  lo Stanley, il mistero, la morte e gli spiriti? Perché è da molti considerato infestato dai fantasmi, a causa di misteriosi eventi che si sarebbero verificati al suo interno, soprattutto nella sala da ballo: il personale della cucina ha dichiarato di aver udito rumori di una festa poi risultata inesistente, visto che la stanza era in quel momento deserta; altri hanno invece riferito di aver sentito qualcuno suonare il pianoforte nella stessa sala, in un momento in cui non lo stava suonando nessuno: i dipendenti dell’albergo hanno allora parlato del “fantasma di Flora”, la moglie di Freelan O. Stanley, la quale sapeva suonare il pianoforte;  si racconta anche di fantasmi che avrebbero persino commesso furti di gioielli, orologi ed articoli da viaggio oppure che si sarebbero fatti vedere nella notte per pochi minuti e poi sono scomparsi com’erano “arrivati”.

1 / 6
1 / 6
  • Stanley Hotel in Colorado
  • Stanley Hotel
  • Stanley Hotel nella notte
  • Piccolo fantasma alla finistra
  • Il fantasma di Flora si esercita al piano
  • Festa nella sala da ballo dell'Hotel Stanley

 

 

Leggi anche

img_0123
Viaggi

Salisburgo. Magia dell’Avvento tra le strade del centro

Salisburgo. Magia dell'Avvento tra le strade del centro. Salisburgo, una delle più belle città austriache é famosa oltre che, per aver dato i natali a Mozart, anche per esser stata dichiarata Patrimonio dell'Umanitá dall'Unesco. Tantissimi i turisti che in questo periodo dell'anno popolano le strade della città, del centro storico di Salisburgo. Moltissimi gli italiani che da sempre si lasciano trasportare dalla magia dell'Avvento. La città ricca di caffé e ristoranti, non troppo distante dal confine italiano é una buona opportunità per passare un piacevole fine settimana in compagnia. Arrivando con gli autobus sulla riva del fiume Salzach, attraversandolo su Leggi tutto

1 Commento su Stanley Hotel Colorado: misteri e infestazioni

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*