Stasi: gli inquirenti, immagini raccapriccianti

Cronaca

Stasi: gli inquirenti, immagini raccapriccianti

Il materiale presente nel pc di Alberto Stasi è stato definito dagli inquirenti ‘raccapricciante’. Si tratta di spezzoni di film nei quali bambine venivano forzate a fare sesso, che potrebbero essere determinanti nell’ambito della morte della fidanzata di Stasi, Chiara Poggi, avvenuta nell’agosto del 2007. Secondo la ricostruzione dei fatti, pare che la notte del delitto Stasi fosse preoccupato per il suo cane, dal momento che l’avvicinarsi di un temporale avrebbe potuto impaurirlo.

Allora il giovane, che si trovava a casa della fidanzata, lasciò il suo computer per tornare a casa sua. Chiara avrebbe prelevato alcune foto caricate sulla sua chiavetta Usb e potrebbe aver aperto anche alcune cartelle ‘segrete’ contenente gli spezzoni di carattere pedopornografico ma anche alcune istantanee scattate a Londra dal giovane, che ritraevano piedi e fondoschiena femminili. Proprio in base a questi elementi, oggi la Cassazione avrebbe dovuto pronunciarsi sull’eventualità di invalidare l’assoluzione di Alberto Stati e riaprire il processo ma la decisione è stata a domani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche