Stefano Borgonovo e la doppietta contro l’Inter dei record COMMENTA  

Stefano Borgonovo e la doppietta contro l’Inter dei record COMMENTA  

 

Era il 12 febbraio 1989, si giocava a Firenze Fiorentina – Inter, ultima giornata del girone di andata.

L’Inter di Trapattoni stava conducendo un ottimo campionato, era una squadra granitica, compatta, quadrata; Lothar  Matthäus era la punta di diamante di una squadra fantastica.


Però l’Inter non era solo il granitico tedesco; c’erano anche il puntero triste Ramon diaz, l’ariete Aldo Serena, lo zio Beppe Bergomi, l’uomo ragno Walter Zenga, il biondo terzino sinistro Andreas Brehme e altri ancora.


L’Inter scendeva a Firenze desiderosa di rimanere imbattuta , quel giorno avrebbe conosciuto la prima sconfitta in campionato, un campionato che avrebbe vinto.

Quello sarebbe stato anche il campionato della consacrazione di un giovane attaccane comasco: Stefano Borgonovo.


Borgonovo era salito agli onori delle cronache calcistiche grazie ai suoi gol che avevano permesso al Como di salvarsi nella stagione 1985-86, quella stagione il Como arrivò 9° in campionato e arrivò ad un passo dalla finale di coppa Italia (eliminato in Semifinale dalla Sampdoria).

Viene acquistato dal Milan che lo lascia  parcheggiato a Como per altre due stagioni e poi lo cede in prestito alla Fiorentina, quell’anno gioca con Roberto Baggio, i due assieme segnano 29 reti (14 Borgonovo – 15 Baggio).

Nel 2008 Borgonovo annuncia di essere malato di SLA (sclerosi laterale amiotrofica), conduce una sua guerra contro la malattia fondando anche la ‘Fondazione Stefano Borgonovo Onlus’, che sostiene la ricerca per trovare le armi adatte a vincere la malattia, una malattia che ormai però ha inesorabilmente danneggiato il corpo di Borgonovo.

L'articolo prosegue subito dopo


Stefano Borgonovo muore il 27 giugno 2013.

I tabellini della ‘sua’ partita contro l’Inter.

Fiorentina:

Landucci, Bosco, Mattei, Dunga, Battistini, Hysen, Salvatori, Cucchi, Borgonovo (88’ Pellegrini), Baggio (89’ Perugi), Di Chiara

All. Santarini – D.T. Eriksson.

Inter:

Zenga, Bergomi, Brehme, Matteoli, Ferri, Mandorlini, Bianchi, Berti (30’ Baresi), Diaz (72’ Verdelli), Matthaus, Serena.

All. Trapattoni.

Marcatori: 13’ Matthaus (r.), 33’ Baggio, 52’ Cucchi, 55’ e 57’ Serena, 73’ e 85’ Borgonovo.

Cereda Stefano

 

Leggi anche

About Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*