Stefano Cecchi a Mantova

Cultura

Stefano Cecchi a Mantova

Il ristorante “Masseria” ha ospitato, dopo Paolo Favaro e Annamaria Targher, alla rassegna denominata “L’arte vista da tavola” con la collaborazione della galleria “Storie di Arte”, il grande pittore Stefano Cecchi. L’artista pisano, classe 1953, è intervenuto il 4 marzo all’inaugurazione della sua mostra personale, presentata dal critico d’arte Renzo Margonari e da Stefano Solci, proprietario del locale. Intervistare il pittore si rivela estremamente arduo in quanto, come spiega, è piuttosto istintivo. Nonostante questo, la sua personalità ricca e variegata prende forma anche attraverso quelle poche informazioni che concede. Così si scopre che il maestro ha cominciato a esporre nel ’92, a trentanove anni perché prima non aveva tempo: doveva lavorare; è un collezionista di fumetti, di cui ricorda “Tex”, “Capitan Miki”, “Il grande Blek”, “Diabolik” e “Criminal”; ha creato più di diecimila bozzetti, tra cui i migliori sono stati trasformati in tele; è un forte cultore del paradosso. Notizie che sembrano non avere alcun collegamento tra loro, ma sono come l’arte di cui si tratta, che è spiazzante, solo apparentemente insensata e racchiude in sé un forte sentore di scandalo.

Sembra quasi naturale scoprire solo successivamente che quest’uomo ha lavorato dal ’72 al ’90 per il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica nella tenuta di San Rossore e ha vinto il Primo Premio nel 1995 per la Pittura a Etruria Arte di Venturina. Nel 1999 ha tenuto anche un’altra mostra personale al Museo d’Arte Moderna di Gazoldo degli Ippoliti, “Croci Cuori Santi & Perdigiorno”. Renzo Margonari lo considera un punto di congiunzione tra l’arte come struttura formale e il surrealismo narrativo del mondo a fumetti, oltre che un pioniere della nuova corrente Surreal-pop, che va sviluppandosi in questi anni negli Stati Uniti. Stefano Cecchi ha creato un’arte indimenticabile, che si scontra in modo titanico contro il perbenismo ipocrita che colpisce la nostra odierna società.

Vanessa Zavanella

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

regali di fidanzamento algerini
Cultura

Tradizionali regali di fidanzamento algerini

22 settembre 2017 di Notizie

Studiare le tradizioni di un Paese significa capirne la cultura. E le celebrazioni di nozze sono sempre un momento per osservarle al meglio. Scopriamo insieme quali sono i tipici regali di fidanzamento algerini.