Stepchild: inammissibile ricorso. Ora dovranno rivolgersi all’ufficiale dello Stato civile COMMENTA  

Stepchild: inammissibile ricorso. Ora dovranno rivolgersi all’ufficiale dello Stato civile COMMENTA  

Un bambino passeggia felice con le sue due mamme
Un bambino passeggia felice con le sue due mamme

Se la strada alle Unioni Civili è ormai aperta grazie alle votazioni parlamentari di qualche giorno fa – che hanno avuto esito positivo – non si può dire lo stesso riguardo alle stepchild adoption, le adozioni riconosciute legalmente a una coppia del medesimo sesso.


L’ultimo caso che fa capire quanto la Legge italiana sia ancora “bloccata” in merito si è svolto davanti al Tribunale dei Minori di Bologna che ha rifiutato il ricorso di due donne (Eleonora Beck e Liz Joffe), legalmente sposate in USA, volto a riconoscere l’adozione della figlia di una donna da parte dell’altra.


La disposizione, promulgata nello stato dell’Oregon, non ha trovato terreno fertile davanti alla Giustizia Italiana che, nelle veci del Tribunale bolognese, ha deciso di bloccarla.


Le due donne se vorranno ottenere un riconoscimento giuridico della propria figlia, dovranno rivolgersi all’ufficiale dello Stato Civile e, qualora anche questo si rifiuti di concederlo, non resterà che bussare alla Corte d’Appello competente.

L'articolo prosegue subito dopo


A Novembre 2014 il Tribunale dei minori bolognese aveva chiesto alla Corte Costituzionale di valutare la natura discriminatoria o meno delle norme che impediscono in Italia il riconoscimento della co-genitorialità in famiglie dello stesso sesso.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*