Steven Seagal cittadino russo. Putin: “Siamo amici fraterni” COMMENTA  

Steven Seagal cittadino russo. Putin: “Siamo amici fraterni” COMMENTA  

Steven Seagal cittadino russo. Putin: “Siamo amici fraterni”

Steven Seagal, uno degli attori d’azione più conosciuti al mondo, da oggi è un cittadino russo.

Lo ha annunciato ufficialmente il Cremlino sul suo sito ufficiale

Vladimir Putin ha concesso la cittadinanza onoraria all’attore americano perché,oltre ad essere un suo carissimo amico, nei tempi passati, per più di una volta, ha difeso la politica del governo russo. Uno dei suoi maggiori  interessi, l’annessione della penisola di Crimea nel 2014.

Leggi anche: Putin: ‘Se necessario, per sconfiggere l’Isis useremo il nucleare’


Steven Seagal, che è un grande esperto di arti marziali, e di questo ce ne eravamo accorti guardando i suoi numerosi film, aveva giudicato Vladimir Putin uno dei maggiori leader mondiali.

Leggi anche: Crisi Russia-Turchia, Putin: ‘Provino a violare lo spazio aereo e faremo fuoco’


 «È uno dei maggiori leader mondiali viventi, lo considero mio amico e vorrei considerarlo mio fratello». Detto fatto, non saranno fratelli ma, da oggi in poi, concittadini di sicuro.


Seagal, nato a Lansing nel Michigan il 10 aprile del 1952 è anche conosciuto, oltre che come attore e doppiatore, anche come un ambientalista convinto e attivista per i diritti degli animali.

L'articolo prosegue subito dopo


E’ un sostenitore del 14° Dalai Lama e sostiene da sempre la causa dell’indipendenza tibetana.

L’attore è stato un chiaro oppositore delle crudeltà sugli animali e crede nella reincarnazione.

E’ difensore degli interessi e dei diritti dei Nativi Americani ed ha anche lavorato, come voce narrante, a un progetto attivista.

 

 

Leggi anche

canone-rai-2017
News

Canone Rai: come fare dichiarazioni per non pagare nel 2017

C’è chi non possiede un televisore in casa e ovviamente non vuole pagare il canone nel 2017, per cui sta pensando di preparare una dichiarazione. Per evitare l’addebito sulla bolletta di gennaio, si può o inviarla online entro fine dicembre o entro il 20 se la si invia per raccomandata. Esonerato anche chi non rispetta tali scadenze e dovrà chiedere di ottenere il rimborso della prima rata. Il modello della dichiarazione dove essere ripresentato ogni anno, perché ognuno ha validità annuale. Lo si può trovare dall’anno scorso sui siti internet dell'Agenzia delle entrate e della Rai. Coloro che sono già registrati Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*