Come stimolare perineo durante sesso orale COMMENTA  

Come stimolare perineo durante sesso orale COMMENTA  

Il perineo è una zona maschile molto sensibile: con la giusta stimolazione può dare un piacere molto forte. Il sesso orale è il modo giusto per stimolarlo.

Il perineo è una zona erogena maschile spesso trascurata: se stimolata come si deve può provocare ondate di piacere molto intense. Sicuramente uno dei modi per stimolare meglio questa parte assai sensibile consiste nel praticare il sesso orale. Innanzitutto, bisogna ben localizzare questa zona, posizionata tra i testicoli e l’ano.

Leggi anche: Esercizi per rafforzare perineo


Nei pressi di questa zona si trova il corrispondente del “punto G” femminile, ossia la parte più ricca di terminazioni nervose in grado di provocare nell’uomo orgasmi molto forti (denominata “punto L”). La donna che vuole rendersi indimenticabile a letto può già cominciare a stimolare il perineo durante i preliminari, massaggiando delicatamente la zona con il polpastrello.


In questo modo si può già avere un’idea della reazione del partner di fronte ad una stimolazione più “diretta”. Successivamente, con un rapporto orale, sarà la lingua a massaggiare la zona del perineo, senza dimenticare però le altre parti della zona genitale.


Bisogna però ricordare che il perineo è una delle zone erogene più sensibili dell’uomo, quindi con una pressione maggiore potrebbe raggiungere l’orgasmo in pochi minuti. Insomma, se volete che l’approccio duri un po’ di più, alternate il ritmo in modo da dare la possibilità all’uomo di ritardare l’eiaculazione.

L'articolo prosegue subito dopo


Ci sono poi posizioni sessuali che, più di altre, favoriscono la stimolazione del perineo. Una di queste è il “missionario”, che in generale piace tanto anche alle donne.

Leggi anche

Style

Transgender famosi e poco conosciuti

Il termine "transgender" è molto di moda oggi: quale significato, persone classificabili, lista dei più famosi e conosciuti al mondo, nomi non popolari Il termine transgender è diventato di grande moda, spesso se ne sente parlare ma, in effetti, nessuno ha ben chiare le idee dato che anche nella lingua italiana sono differenti i significati del termine a seconda del contesto in cui si utilizza la parola. Per quanto concerne la sua origine etimologica, è da ricondursi al movimento LGBT, nato negli USA intorno ai primi anni ‘80, per indicare un movimento di stampo politico che avversa la logica eterosessista Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*