Storia del tartan - Notizie.it
Storia del tartan
Guide

Storia del tartan

Il tartan è da lungo tempo associato all’asprezza e al romanticismo delle highland scozzesi. Con il suo tessuto dagli schemi simmetrici dei colori, il tartan è una delle stoffe più riconoscibili al mondo, ed è da tempo simbolo dell’orgoglio scozzese e celtico. Il tartan è stato usato in molti modi diversi, ma forse il più familiare, come identificazione del clan, è tra i più recenti. Persino prima di quello, il tartan era un accessorio della lunga e intricata storia degli scozzesi e dei celti.

I primi tartan britannici

I primi tartan britannici furono sviluppati in Scozia nel 16esimo secolo, e prosperarono alla fine del secolo. I primi tartan non erano identificabili con alcun clan, e non si stabilirono schemi o colori almeno fino al 17esimo secolo.

Identificazione del territorio

I tartan originariamente non erano assegnati ad un clan, ma più probailmente identificavano il distretto da cui proveniva chi lo indossava. I colori usati nel tartan si trovavano facilmente a causa delle bacche e delle tinte disponibili in certe aree della Gran Bretagna.

Patriottismo

Indossare un tartan era simbolo dell’orgoglio scozzese, e fu proibito quando gli scozzesi furono sconfitti nella battaglia di Culloden nel 1746.

Dopo che la proibizione fu annulata, una serie di fattori contribuirono all’aumento della popolarità del tartan, incluso le opere di Sir Walter Scott e il supporto dell’Inghilterra di Giorgio IV e della regina Vittoria.

I tartan dei clan

Alla fine del 18esimo secolo e all’inizio del 19esimo, i tartan furono associati ai clan, e cominciarono a essere elencati nei libri. La registrazione ufficiale iniziò nel 1815.

La popolarità nel 1900

Verso il 1900, non solo le famiglie dei clan adottavano i tartan ufficiali. Le organizzazioni militari, le compagnie private e anche i paesi si registravano per avere il proprio tartan.

Diritto e nuovi tartan

Non ci sono regole su chi può indossare quel tartan. Ci sono più di 7.000 versioni registrate, e circa 150 tartan nuovi sono registrati ogni anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*