Storia naufragio Lampedusa COMMENTA  

Storia naufragio Lampedusa COMMENTA  

Nuova tragedia dell’immigrazione a Lampedusa: un barcone con 500 persone a bordo è naufragato circa mezzo miglio al largo dalla spiaggia dei Conigli e ha preso fuoco.

Un centinaio i corpi recuperati, tra i quali anche quelli di donne e 4 bambini; 151 le persone tratte in salvo, un altro centinaio manca all’appello.

Uno dei presunti scafisti, un giovane tunisino raccolto tra i superstiti, è stato fermato dalla polizia. Partito presumibilmente dalle coste libiche, il barcone è prima naufragato e poi andato in fiamme dopo che era stato dato fuoco a una coperta, forse nel tentativo di attirare l’attenzione di un peschereccio.

«È un orrore», ha detto tra le lacrime il sindaco di Lampedusa, Giusy Nicolini , mentre, sul molo, assisteva all’arrivo delle barche cariche di cadaveri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*