StoryFrame, un’applicazione che mixa fumetto, cinema e fotografia COMMENTA  

StoryFrame, un’applicazione che mixa fumetto, cinema e fotografia COMMENTA  

Leonardo Baldini, fotografo professionista toscano, ha pensato di utilizzare la piattaforma iOS per lanciare una nuova tipologia di “opera creativa” multimediale, che traendo spunto dallo storico fotoromanzo, pubblica sotto forma di applicazione un libro fotografico-artistico che “racconta” una storia senza l’uso di parole, utilizzando, appunto, l’immagine fotografica.


 

Come anticipato l’app, oltre a ricordare il fotoromanzo, in qualche modo può far pensare al fumetto, privato, però, delle parole e con le vignette sostituite da fotografie, ma non si limita a questo. L’idea alla base di StoryFrame, infatti, è quella di mescolare ben sei arti figurative (la fotografia, il cinema, il racconto, il fumetto, la pittura l’elaborazione digitale) per dare vita ad un nuovo mezzo narrativo.


L’opera, in particolare, consiste in una narrazione attraverso un susseguirsi fotogrammi, tramite i quali il lettore può cogliere gli elementi del racconto, le emozioni, i personaggi e la stessa complessità della realizzazione.


Le sessioni fotografiche propedeutiche alla realizzazione dei singoli scatti che in seguito saranno utilizzati nel racconto avvengono attraverso un set in puro stile cinematografico e presuppongono una impegnativa preparazione teorica. D’altronde, i singoli scatti, per poter dar vita all’opera, necessitano anche di un altrettanto impegnativo “editing delle tavole” in stile fumettistico, basato su un accurato “storyboard” predisposto sulla base del racconto prima delle riprese fotografiche.

L'articolo prosegue subito dopo


Le particolari fotografie che compongono il racconto, oltre a poter essere sfogliate in sequenza dalla prima all’ultima, seguendo quindi la sceneggiatura dell’autore, possono essere gustate come elementi artistici a sé stanti.

StoryFrame (che in questa prima uscita porta il “sottotitolo” di “Nuvole di Roccia”), in realtà, non termina il progetto ma, al contrario, si pone come suo punto di partenza, trattandosi del primo “volume” di una collana di storie fotografiche.

Questo primo volume, intitolato “Nuvole di Roccia”, rappresenta un racconto fantastico che si dipana attraverso l’elemento femminile, il fantasy e la Toscana, illustrati mediante 93 immagini in alta definizione raccolte in oltre 50 tavole.

L’applicazione (disponibile sia in italiano che in inglese) è ulteriormente arricchita da una sezione finale dedicata al “making of”, nella quale sono collezionate più di 100 immagini di backstage!

Riguardo l’interfaccia utente, c’è da dire che l’app dispone di una barra di scorrimento interattivo delle pagine per una veloce navigazione e di un fluido effetto voltapagina per una lettura estremamente realistica e rilassante.

Leggi anche

Fifa 18: rumors e novità attese
Videogiochi

Fifa 18: rumors e novità attese

Fifa 17 in quanto a cambiamenti era stata rivoluzionaria, ma le aspettative nei confronti di Fifa 18 sono anche più alte. Ecco alcune news e qualche rumors. Da tempo immemore, ormai, Electronic Arts è un Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*