Strage a Vercelli, uccide i nonni e la zia

News

Strage a Vercelli, uccide i nonni e la zia

165103904-86ea484c-d1d0-4c79-91b3-1e1bce4c6d27

A Santhià, nel Vercellese, si è consumata una tragedia familiare: un ragazzo di 25 anni, Lorenzo Manavella, è stato arrestato mentre fuggiva a Venezia, con i vestiti ancora sporchi di sangue. E’ stato proprio il giovane a consegnarsi alla Polizia ferroviaria di Venezia e a confessare l’orrendo delitto. Probabilmente il ragazzo voleva fuggire in Croazia, durante il viaggio ha inoltrato un sms ad un amico scrivendo “Ho paura”.

Ieri, nella villetta familiare di Via Marconi 14 a Santhià sono state ritrovate senza vita tre persone: Patrizia Manavella di 56 anni, Tullio Manavella di 85 e Tina Bono di settantotto. Le vittime sono state colpite con un corpo contundente oppure un punteruolo. I vicini di casa sono increduli di fronte all’accaduto, per tutti quella famiglia era considerata molto tranquilla.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche