Strage Barcellona: morto Bruno Gulotta, su Facebook il triste ricordo dei colleghi

Esteri

Strage Barcellona: morto Bruno Gulotta, su Facebook il triste ricordo dei colleghi

bruno gulotta

Due messaggi Facebook ed un lungo articolo, per ricordare Bruno Gulotta, una delle vittime del terribile attentato di Barcellona costato la vita a 13 persone

Purtroppo la conferma è arrivata dai colleghi di lavoro. Con un messaggio postato su Facebook, accompagnato da un triste articolo, i colleghi di Bruno Gulotta hanno dato il loro saluto al 35enne morto nella strage di Barcellona, colpito a morte da un furgone lanciato a tutta velocità sulla Rambla. Bruno si trovava nella città spagnola in ferie insieme alla moglie Martina e ai due figli e, come spesso accade durante le vacanze, aveva postato sul social network diverse immagini dei suoi spostamenti, compreso uno scatto sulla Rambla. Poi, alle 17 di ieri, il tremendo attacco terroristico costato la vita a 13 persone, e la vita del giovane si è spezzata.

Lavorava nell’area marketing di Tom’s Hardware Italia e proprio sulla pagina Facebook ufficiale sono comparsi, prima ancora delle conferme del ministero, i messaggi dei colleghi che confermavano ciò che tutti speravano non accadesse mai. Bruno è purtroppo morto a causa del violento impatto con il furgoncino: “Ieri pomeriggio a Barcellona – si legge – i terroristi hanno ucciso l’amico e collega Bruno Gulotta, responsabile marketing e vendite di Tom’s Hardware.

Oggi per noi è giornata di lutto. Ci stringiamo tutti con affetto alla compagna Martina e ai due figlioletti di Bruno. Il nostro ricordo, affidato al country manager di Tom’s Hardware per l’Italia, Roberto Buonanno”. “Era un amico, un padre e un collega – si legge ancora – Era una delle colonne di Tom’s Hardware, un punto di riferimento per tutti. Ci mancherà tutto di lui. Un grande abbraccio a Martina e ai piccoli”.

Lo struggente messaggio del collega Roberto Buonanno

In un articolo carico di colore, il country manager di Tom’s Hardware per l’Italia, Roberto Buonanno ha salutato l’amico e collega Bruno, morto in seguito all’attacco terroristico di Barcellona: “Bruno – inizia così la sua lettera online – era un punto di riferimento per tutti quelli che lo hanno conosciuto. Per noi di Tom’s Hardware era una colonna portante. Chiunque entrava in contatto con lui, che si trattasse di clienti, fornitori o star del web, restava colpito dalla sua gentilezza e dalla sua professionalità.

Aveva una fame insaziabile di conoscenza ed era un vero smanettone, uno di noi, anche se poi aveva deciso dedicarsi a tempo pieno al marketing e alle vendite, di cui era diventato responsabile. E in quel ruolo non ho mai conosciuto una persona più capace. Amava studiare ogni aspetto della propria vita e professione, era un lettore insaziabile e un avido ricercatore della perfezione”.

Non mancano alcuni particolari legati al loro rapporto lavorativo e di amicizia: “Abbiamo conversato per ore e ore sui sistemi di produttività e sviluppo personale e ci scambiavamo consigli di letture. Era inoltre un punto di riferimento costante anche per chi dovesse smanettare su computer, software o piattaforme web. Portava sempre con sé un kit di emergenza ed era in grado di risolverti ogni problema, in qualsiasi momento, anche se non gli competeva. Perché Bruno era una persona veramente generosa e di cuore. Che riusciva a condurre una ricca vita familiare e una brillante carriera professionale con un equilibrio che gli invidierò sempre”.

“Personalmente – aggiunge Buonanno – sento mancare il terreno sotto i piedi. Ogni volta che avevo un problema o una questione complessa che mi arrovellava, ne parlavo con lui.

E non si parlava solo di business, anzi. Discutevamo di educazione dei bimbi, di vaccini, di medicina alternativa, di alimentazione naturale, di diete e di preparazione fisica. Non so come farò a sopportare la vista della sua postazione di lavoro vuota in ufficio e penso a quanto mi mancherà questo compagno di vita e di carriera. E poi realizzo che è un pensiero egoista perché ora tutto quello che conta e che è importante è dare il massimo supporto alla famiglia, per la quale ci sarò e ci saremo sempre.

“Riposa in pace Bruno, ti ricorderemo per sempre – si chiude così il triste messaggio – Siccome sei stato un maestro di vita, ti giuro che trarrò anche da questo tuo ultimo atto sulla terra una lezione profonda. E sarai sempre nei miei pensieri ogni volta che sentirò la necessità di una voce amica, come se fossi sempre a disposizione, come lo sei sempre stato, a ogni ora del giorno e in qualsiasi momento”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche