Strage di Bologna, Mattarella: "dovere di non dimenticare" - Notizie.it

Strage di Bologna, Mattarella: “dovere di non dimenticare”

News

Strage di Bologna, Mattarella: “dovere di non dimenticare”

Bologna, 2 agosto 1980, ore 10.25. Stazione ferroviaria gremita di persone, in larga parte in partenza per le vacanze estive.

Siamo appena fuori dai tremendi anni Settanta, quelli cattivi, incattiviti anzi, quanto mai lontani dalle lotte idealiste e infarcite di utopia del precedente decennio. L’Italia è un paese schierato, che vive di politica, cerca la lotta e, in molti casi, non rinuncia allo scontro.

Qualcuno, lo scontro, lo cerca a viso aperto, ultima espressione della passione politica, ma che, con la passione politica, non ha nulla a che fare.

Si può credere in un’ideologia, si può persino credere di voler cambiare il mondo e, in questo, essere pure in buona fede. E, in buona fede, si possono commettere degli errori, sbagliare le valutazioni, sbandierare le alleanze sbagliate. Tutto può far parte di una carriera politica.

Quello che però non può avere e mai avrà giustificazione è adottare i sistemi del terrorismo per propugnare la propria idea, abbracciare il fanatismo, che può far pensare che sia giusto preparare 23 kg di tritolo e sistemarli in un cestino dei rifiuti, in una stazione ferroviaria sovraffollata, in una calda mattinata di inizio agosto.

E far saltare in aria tutto, stroncando la vita di 85 persone che non sono né avversari, né alleati, né amici, né nemici.

Sono 85 sconosciuti, inconsapevoli e innocenti.

La strage di Bologna è la ferita più profonda, incancellabile, la strisciata chiara che, al sole di agosto, si vede ancora di più.

Sono passati 35 anni e le commemorazioni di oggi hanno, come al solito, il sapore amaro del ricordo terribile e della giustizia fatta, ma su cui si stendono ombre che non si possono ignorare.

Il Presidente della Repubblica ha inviato un telegramma all’Associazione delle Vittime della Strage di Bologna, scrivendo che “l’Italia ha il dovere di non dimenticare quella strage e quelle vittime innocenti che fanno ormai parte della memoria nazionale”.
Il sottosegretario De Vincenti ha sottolineato che “il governo sostiene l’approvazione senza modifiche del ddl che introduce il reato di depistaggio, in modo da evitare un ritorno alla Camera”.

Segnali positivi, senza dubbio, che rappresentano in ogni caso il minimo che le istituzioni debbono alla memoria di quella strage.

1 Trackback & Pingback

  1. Strage di Bologna, Mattarella: “dovere di non dimenticare” | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche