Strage porto di Genova, pena dimezzata al comandante della Jolly Nero

News

Strage porto di Genova, pena dimezzata al comandante della Jolly Nero

Strage porto di Genova

Strage porto di Genova, al comandante della Jolly Nero è stata dimezzata la pena a 10 anni contro i 20 anni e 6 mesi chiesti dal pubblico ministero.

Strage porto di Genova, un evento tragico che avrà lunghi strascichi e che nessuno potrà mai scordare soprattutto per le persone che hanno perso la vita in quel tragico incidente. Pochi minuti fa è giunta la notizia che, il giudice del tribunale di Genova, Silvia Carpanini, ha condannato a 10 anni e 4 mesi il comandante della Jolly Nero, Roberto Paoloni, per la strage della Torre Piloti avvenuta il 7 maggio 2013 nel porto di Genova che è costata la vita a 9 persone. A 4 anni e 2 mesi è stato condannato il pilota del porto di Genova Antonio Anfossi, mentre il primo ufficiale Lorenzo Repetto a 8 anni e 6 mesi e il direttore di macchina Franco Giammoro a 7 anni.

L’unico assolto è stato invece Giampaolo Olmetti, delegato della società Messina per l’armamento del cargo. La stessa società però, è stata ritenuta responsabile del solo illecito amministrativo e le è stata applicata una sanzione di un milione e 50mila euro.

Le pene, molto inferiori rispetto a quelle richieste dai pm, hanno suscitato l’ira dei familiari.

Infatti, subito dopo la lettura della sentenza, i familiari di alcune vittime presenti in aula hanno urlato ai magistrati: “Assassini, assassini. Avete ammazzato 9 persone, non finisce qui“. Le accuse dei parenti erano rivolte in modo particolare al comandante della Jolly Nero, Roberto Paoloni, che si è allontano dall’aula perché aggredito dai familiari stessi.
Una conferma ulteriore che le pene dimezzate non sono piaciute ai familiari delle vittime, arriva da Adele Chiello, madre di Giuseppe Tusa, uno dei militari della capitaneria morti nel crollo della Torre, che ha detto: “Non ci siamo proprio, i veri responsabili, Olmetti e i Messina, sono stati il primo assolto e i secondi puniti con una multa. Paoloni è un mascalzone. Ho creduto nella magistratura, ma sono delusa. Il pm ha lavorato bene, ma non ci siamo. Bisogna far uscire la melma dal porto di Genova“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche