Stramaccioni alla vigilia di Inter-Genoa

Inter

Stramaccioni alla vigilia di Inter-Genoa

La prima di Stramaccioni sulla panchina interista
La prima di Stramaccioni sulla panchina interista

Alla vigilia di Inter-Genoa, la sua prima sulla panchina nerazzurra, Andrea Stramaccioni rende noto il suo manifesto: “Basta parlare, basta promesse, diamo una risposta sul campo”. Difficile dargli torto, dopo il fiume di parole che ha caratterizzato gli ultimi due mesi interisti, tra vani proclami di riscossa e promesse di un salto di qualità nelle prestazioni che non è mai arrivato. Si capisce come il neo allenatore sia pieno di entusiasmo, e già questa è una novità in un ambiente al limite della depressione. Di conseguenza, la conferenza stampa cui ha dato luogo quello che è diventato l’uomo del giorno, si carica di significati che vanno anche oltre la necessità di fare risultato contro i grifoni. “Sono e mi sento l’allenatore dell’Inter e questo dico ai tifosi, basta parole, ora dobbiamo fare l’Inter: le parole devono lasciare spazio ai fatti. Questa è la voglia mia e dei ragazzi, che sono professionisti pazzeschi e hanno voglia di invertire il trend.

Basta parole e da domenica alle 15 daremo tutto e anche qualcosa in più per dare una soddisfazione ai tifosi”. Che dal canto loro non chiedono moltissimo, se non di vedere impegno e magari qualcosina a livello di gioco, dopo l’Inter sparagnina e perdente di Claudio Ranieri. Poi, se arriva il risulktato tanto meglio e lo sa anche Stramaccioni, tanto da chiudere così: “Comunque, anche se giovane e inesperto, so che la settimana diventa buona o no intorno alle 17, poco prima delle 17 della domenica…”. Come dargli torto?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche