Streptococco gruppo A in gravidanza

Donna

Streptococco gruppo A in gravidanza

Streptococco gruppo a in gravidanza
Streptococco gruppo a in gravidanza

Tutto quello che c’è da sapere per combattere lo streptococco beta-emolitico del gruppo A quando si è incinte: può avere conseguenze gravi?

Lo streptococco del gruppo A non va confuso con quello del gruppo B. Quest’ultimo, infatti, è un’infezione vaginale e può avere conseguenze gravi sul feto.

Niente a che vedere con il primo, quello beta-emolitico del gruppo A (è questo il nome completo) che si contrae per difese immunitarie basse e che si manifesta con catarro e tosse.

Certo nelle donne incinte, questo batterio non va sottovalutato. Infatti, oltre alle vie respiratorie, lo streptococco attiva gli anticorpi, che potrebbero attaccare anche l’embrione.

Questo batterio va diagnosticato in tempo, per evitare l’insorgenza di complicazioni. Sarebbe bene anche una buona attività di prevenzione, specialmente nel cambio di stagione e quando si hanno già bambini piccoli, che possono avere contratto lo streptococco a scuola. Ed allora, echinacea, menta, eucalipto ed altri prodotti naturali, possono contribuire a tenerlo lontano.

Se lo streptococco attacca le difese immunitarie della futura mamma, va chiesto subito l’ausilio del medico.

Non c’è da allarmarsi troppo: nella maggior parte dei casi, si cura con degli antibiotici e la gravidanza non ne viene negativamente influenzata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche