Striscia la Notizia: l’attacco di Luca Delgado contro Luca Abete

Napoli

Striscia la Notizia: l’attacco di Luca Delgado contro Luca Abete

striscia -su-stazione-montesanto
striscia -su-stazione-montesanto

Luca contro Luca: uno fa cognome Delgado ed è uno scrittore napoletano, l’altro Abete, ed è il più famoso inviato di Striscia la Notizia

Nel mirino dello scrittore il servizio di Abete sulle metropolitane di Napoli, mandato recentemente in onda da Striscia la Notizia

I FATTI – Da un po’ di tempo Striscia la Notizia sta conducendo un’inchiesta sulla sicurezza delle metropolitane italiane, anche alla luce di possibili attacchi terroristici. Ovviamente per Napoli è stato mandato Luca Abete, il più famoso e qualificato tra gli inviati, soprattutto al Sud Italia. Il servizio tratta delle mancanze su diverse stazioni partenopee in tono tra il parodistico e l’ironico accentuando malcostumi, come il “trenino”, come se fossero solo napoletani. In una delle stazioni, poi, Luca viene circondato da un capannello di persone e un signore gli urla in faccia la sua verità: “Tu infanghi Napoli, pensa a fare qualcosa di costruttivo, Napoli è una grande città, tu butti fango a te ne devi andare”. A fine servizio c’è stato l’amaro sfogo del conduttore su facebook, con l’hashtag #Napolièstufadigentecomeloro.

L’ANALISI DI DELGADO – Lo scrittore Luca Delgado interviene sulla querelle attaccando Luca Abete, secondo lui non troppo dissimile da Giletti, ed attaccando il sensazionalismo del conduttore, che troppo spesso calca nei suoi servizi su stereotipi ricreati ad arte.

La critica di fondo si può riassumere così: i furbetti sono detestati e detestabili, certo, ma a dover essere attaccato e chi permette a questi “furbetti” di passarla liscia. Dove sono i controlli nelle metro, alle stazioni e sui treni di Napoli? Chi dovrebbe occuparsi di tante fermate degradate, come quella di Montesanto, dove Abete è stato attaccato? Il malcostume dal basso è conseguenza e non causa di un malcostume sulle alte sfere che invece Luca Abete preferisce quasi sempre non vedere e non colpire. Sarà perché è più facile fare servizi così?

Dall’entourage del conduttore per ora nessuna risposta…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 709 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+