Studente americano muore nel Tevere e gli americani fomentano la rabbia contro gli italiani

Studente americano muore nel Tevere e gli americani fomentano la rabbia contro gli italiani

News

Studente americano muore nel Tevere e gli americani fomentano la rabbia contro gli italiani

Beau Solomon, il giovane americano trovato morto nel Tevere. Sui social network, si scatena la rabbia dei suoi connazionali nei confronti dell’Italia.

Beau Solomon, lo studente diciannovenne della John Cabot University, trovato morto nel Tevere giovedì scorso, ha ricevuto in questi giorni ondate di solidarietà per sé e la sua famiglia sui social network, ma ha anche causato un’ondata di odio nei confronti dello Stato italiano e dei suoi abitanti. Su molti siti stranieri, come il New York Post o il New York Daily News, sono comparsi tanti commenti poco lusinghieri sull’Italia, anche se molti sono scomparsi durante la mattinata. Alcuni utenti sostengono che l’Italia sia un posto pericoloso, con un alto tasso di criminalità e un servizio di polizia incompetente, incapace di portare avanti delle indagini. Altri arrivano addirittura a sostenere che l’Italia non dovrebbe far parte dell’Unione Europea, in quanto paese non civilizzato.

Altri si scagliano contro gli italiani stessi, che a loro dire sarebbero razzisti e pericolosi. Altri ancora fanno riferimenti espliciti al caso di Amanda Knox e all’omicidio di Meredith Kercher come esempio della inefficienza della giustizia italiana. Infine c’è anche chi si spinge oltre, tirando in causa l’Isis, che approfitta dei giovani americani per poi ucciderli senza pietà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche