Studi scientifici pieni di errori: la causa è Microsoft Excel COMMENTA  

Studi scientifici pieni di errori: la causa è Microsoft Excel COMMENTA  

microsoft excel

Studi scientifici pieni di errori. E’ colpa di Microsoft Excel? A sostenerlo è la rivista Genome Biology che ha esaminato più di 3mila studi.

La rivista Genome Biology ha di recente pubblicato un’analisi in base alla quale risulta che nel 20% dei casi gli studi scientifici presentano grossi errori. Dopo avere controllato circa 3600 studi di genetica, un gruppo di ricercatori australiani ha passato al setaccio i file contenenti i dati di partenza elaborati dai vari autori. Quello che si è scoperto è che in un caso su cinque i dati erano stati trasformati in date o numeri che nulla avevano a che fare con lo studio.


Il motivo è la formattazione di default delle celle di Excel. Quando un utente digita in una di esse il nome di un gene, questo viene convertito in una data e, a volte, trattato come un numero.

Come ha evidenziato il Washington Post in un articolo su questo argomento, se si digita il gene Septina 2 nella sua usuale forma abbreviata, ovvero SEPT 2, Excel converte in una data (nello specifico, il 2 di settembre, “2-sep”).

Se si modifica la formattazione scegliendo il tipo “testo”, il contenuto della cella si trasforma in “42615”.

In tutti i casi in cui i ricercatori non hanno modificato in “testo” la formattazione di partenza delle celle in cui hanno inserito i nomi dei geni lo studio contiene degli errori.

L'articolo prosegue subito dopo

Gemone Biology ha fatto inoltre sapere che quello in questione è un problema già evidenziato diversi anni fa, “ciononostante, questi errori sono ancora molto diffusi nei file complementari della letteratura scientifica”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*