Suicidio in diretta, Facebook non rimuove le immagini COMMENTA  

Suicidio in diretta, Facebook non rimuove le immagini COMMENTA  

Daniel-Rey-Wolfe

L’ex marine Daniel Rey Wolfe soffre di depressione, più volte annuncia la sua intenzione di farla finita. Poi, domenica scorsa, questo veterano della guerra che soffre di depressione e di un disturbo post traumatico da stress si reca in uno squot di Tulsa, in Oklahoma e decide di uccidersi in diretta, lasciando cioè che chiunque possa vedere le immagini del suicidio e della sua agonia sul profilo del social network.


Facebook però fa sapere ai familiari e amici che le immagini con annessi i messaggi di addio del ragazzo, seppure dal contenuto forte, non violano gli standard fissati dalla community. Quindi possono restare, nonostante la famiglia e gli amici del ragazzo chiedono fin da subito che vengano rimosse.


Secondo Facebook, le immagini di autolesionismo del ragazzo suicida possono essere paragonate ad un grido di aiuto, e quindi servono affinchè qualcuno possa intervenire prima che lui possa pubblicarle. In effetti così è stato: appena viste le immagini raccapriccianti pubblicate sul profilo, i familiari e gli amici del marine hanno cercato di capire dove lui si trovasse, ma purtroppo il ragazzo è morto senza che nessuno sia riuscito a distoglierlo dall’atroce proposito. Successivamente Facebook ha rimosso le immagini e il profilo di Daniel è stato oscurato.


Daniel-Rey-Wolfe1

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*