Svolta alle elezioni in Turchia: Curdi in parlamento COMMENTA  

Svolta alle elezioni in Turchia: Curdi in parlamento COMMENTA  

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Le elezioni di ieri hanno sancito una svolta nella vita politica turca: per la prima volta, in parlamento, siederanno rappresentanti di un partito filo curdo, l’Hdp, guidato dal leader Salahattin Demirtas.


Saranno circa 80 i nuovi parlamentari nominati in conseguenza di una percentuale attorno al 13%, risultato auspicato e in qualche modo preventivato sulla base dei sondaggi. L’Hdp ha raccolto consensi soprattutto nella regione del Kurdistan, togliendo di fatto voti al partito del presidente Erdogan, l’Akp, che, a questo punto, non ha più la maggioranza assoluta.


Il parlamento turco consta di 550 seggi e, in base ai risultati di ieri, l’Akp si ferma a 258, a soli 18 seggi dalla maggioranza assoluta (276).

Sconfitta storica e cocente, perché il voto di ieri era stato presentato dallo stesso Erdogan come un vero e proprio voto di fiducia, che avrebbe dovuto garantire i pieni poteri all’Akp per procedere ad una riforma che trasformasse la Turchia in un sistema presidenzialista.


Non è andata così e, dati alla mano, il motivo è proprio l’exploit dei filo curdi dell’Hdp, al quale sembra siano andati parte dei voti dell’Akp alle precedenti elezioni.

L'articolo prosegue subito dopo


Il quadro complessivo vede, fra i 20 partiti presentatisi alle elezioni, l’Akp al 40%, il Chp di centro sinistra al 25%, i nazionalisti dell’Mhp al 16% e l’Hdp al 13%.

Difficile capire cosa succederà adesso, fra proposte di alleanza dei tre partiti all’opposizione, governo di coalizione o, addirittura, ritorno alle urne.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Svolta alle elezioni in Turchia: Curdi in parlamento | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*