Svolta storica a Como, per la prima volta dal 1946 sindaco di sinistra COMMENTA  

Svolta storica a Como, per la prima volta dal 1946 sindaco di sinistra COMMENTA  

Mario Lucini, candidato sindaco del centrosinistra (PD, SEL, liste civiche), è il nuovo sindaco di Como. Dopo aver conquistato il 35.5% al primo turno (contro il 13,17% del PDL), al ballottaggio si è imposto con il 74.64% dei voti, contro il 25.35% degli avversari. Vittoria netta, schiacciante, che però si porta appresso il peso di un livello di astensione record: affluenza al 42% (al primo turno l’affluenza era stata al 60%).


Questa per Como rappresenta una data storica: per la prima volta dal 1946 le chiavi della città sono in mano ad un primo cittadino di sinistra.


Festeggiamo pure, ma ricordandoci la sofferenza che stanno vivendo diverse famiglie – sono state le prime parole del nuovo sindaco – Per cui facciamolo con saggezza. Il bello inizia adesso.

Se siamo arrivati qui è perché mi sono sentito sostenuto da decine e decine di persone. Questo è il successo di tutti”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*