Tabellini Inter – Lazio

Inter

Tabellini Inter – Lazio

INTER – LAZIO : 1-3

Marcatori: 21′ aut. Ranocchia (L), 33′ Alvarez (I), 45′+3′ rig. Hernanes (L), 76′ Onazi (L).

Ammoniti: Ranocchia (I), Juan Jesus (I), Pereira (I).

INTER

Handanovic; Jonathan (30′ Benassi), Ranocchia (52′ Pasa), Juan Jesus, Pereira; Kuzmanovic (79′ Garritano), Kovacic, Cambiasso; Guarin, Alvarez; Rocchi.

A disp.: Carrizo, Belec, Chivu, Ferrara, Spendlhofer, Schelotto, Forte, Colombi.

All.: Stramaccioni.

LAZIO

Marchetti; Konko, Dias (45′ Ciani), Cana, Radu; Candreva, Ledesma (60′ Onazi), Hernanes, Lulic; Klose, Floccari (60′ Gonzalez).

A disp.: Bizzarri, Pereirinha, Stankevicius, Kozak, Saha, Rozzi, Guerrieri.

All.: Petkovic.

Arbitro: Mauro Bergonzi

Cosa si può dire ancora ? Speriamo che questa stagione finisca in fretta, certo che ora Moratti e dirigenza dovranno fare una seria disanima della situazione; molte cose sono da rivedere e bisognerà comprendere come muoversi per riorganizzare la rosa.

La scorsa estate diversi giocatori sono andati via dall’Inter e ora probabilmente altri dovranno lasciare; giusto puntare sui giovani però qualche giocatore di esperienza deve rimanere per costituire uno zoccolo duro.

Inevitabilmente in stagioni come queste la dirigenza deve capire se è stata all’altezza, emblematica è la posizione di Schelotto, il giocatore era arrivato per aiutare la squadra e contro la Lazio hanno giocato diversi giocatori della primavera.

Se si ha a disposizione un giocatore e non lo si utilizza quando si hanno gli uomini contati perchè è stato comprato ? Forse per contentare la piazza che chiedeva dei movimenti in entrata ?

Anche lo staff medico quest’anno ha qualcosa da chiarire: troppi i giocatori infortunati, preparazione sbagliata ? Nel giro di una stagione siamo arrivati a giocare con gli uomini contati, va bene che la stagione è incominciata prima per la qualificazione alla Europa League però …

Con la sconfitta contro la Lazio la beneamata dice definitivamente addio alle coppe europee, non è un fatto positivo, anche considerando il fatto che l’obiettivo minimo era quello di qualificarsi alla Europa League senza dover disputare i preliminari, però cerchiamo almeno di fare tesoro degli errori commessi.

Cereda Stefano

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.