Tagli alla sanità, Emiliano pronto a chiudere ospedali

Bari

Tagli alla sanità, Emiliano pronto a chiudere ospedali

Tagli alla sanità, Emiliano pronto a chiudere ospedali
Tagli alla sanità, Emiliano pronto a chiudere ospedali

25 strutture ospedaliere pugliesi a rischio chiusura

La sanità pugliese dovrà far fronte a 40 mln in meno

Il Governatore della Puglia, Michele Emiliano torna a parlare di sanità anticipando la possibilità di chiusura di numerose strutture ospedaliere come unica soluzione per coprire il debito sanitario regionale che quest’anno dovrà far fronte al definanziamento (circa 40 mln in meno rispetto allo scorso anno) deciso dal governo sul riparto del fondo sanitario pugliese.

Emiliano dichiara:

“Noi dobbiamo assolutamente ridurre le spese, non c’è alternativa. Ho detto che sono pronto a chiudere 25 ospedali, questo non significa che li chiuderemo senz’altro, ma sono disponibile a farlo perché non si possono mettere altre tasse”.

Il sistema sanitario pugliese accusa difficoltà evidenti, ma i tagli erano già vociferati soprattutto all’indomani dell’entrata in vigore della direttiva europea che impedisce turni di lavoro superiori alle 12 ore. Per coprire le falle di personale nei reparti servirebbero più di 900 medici in tutte le Asl, mentre solo tra ospedale della Murgia, Di Venere e San Paolo mancherebbero 140 infermieri.

Intanto l’assessorato regionale alla Sanità in questi giorni ha inviato una circolare a tutte le Asl pugliesi invitandole a resistere due settimane con le forze a disposizione, in attesa dell’avvio di un piano regionale di accorpamenti e fusioni di reparti, anticiperanno la probabile chiusura di diverse strutture paventata da Emiliano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*