Tallinn: cosa fare in pochi giorni

Viaggi

Tallinn: cosa fare in pochi giorni

Tallinn: cosa fare in pochi giorni
Tallinn: cosa fare in pochi giorni

Tallin è una città che nasce sulle rive del Mar Baltico, vicino a Helsinki. È la capitale dell’Estonia dal 1991. Tallinn è da sempre un crocevia di commerci e culture grazie anche alla sua posizione molto strategica sulle vie mercantili. Se hai voglia di vivere questa deliziosa città e non hai molto tempo, ecco qualche suggerimento su cosa fare in pochi giorni:

  • al centro di Tallinn c’è la collina della Cattedrale, un altopiano di piccole dimensioni che si innalza 30 metri sopra la città. Viene chiamato Toompea e qui si possono visitare due importanti attrazioni della città che sono la Cattedrale di Aleksandr Nevskij e il Castello di Toompea, che oggi ospita il governo estone. Dalla collina si gode di una bellissima vista della città.
  • Immancabile visitare la piazza Raekoja Plats, su cui si affacciano il Municipio in stile gotico di Tallin e la Raeapteek, che è la farmacia più antica d’Europa ancora in “funzione”.
  • Non lontano c’è la Chiesa di Sant’Olav col campanile di oltre 120 metri di altezza. Se ci si trova nei pressi si deve anche passare a visitare il Monastero domenicano di Tallinn, che oggi ospita opere particolari scolpite nella pietra. Il Passaggio di Santa Caterina, ossia una viuzza lastricata da sampietrini risalenti al Medioevo è interessante anche per gli archi che la sovrastano.
  • Se vuoi visitare anche la zona meridionale della Città Vecchia allora devi assolutamente fermarti a vedere la Chiesa di San Nicola del XIII secolo e il Museo di Adamson-Eric, un museo in onore dell’artista da cui prende il nome, considerato in Estonia la figura più caratteristica e versatile dell’arte estone contemporanea.
  • Poi c’è Piazza della Libertà, con la Colonna della Vittoria, un monumento costituito da centocinquanta lastre di vetro e alta 25 metri, che reca sulla cima una scultura rappresentante Croce della Libertà, simbolo militare molto importante.
  • Come ultima cosa sicuramente si consiglia si vedere i Bastion Tunnels, dei canalicoli scavati sottoterra durante la dominazione svedese del XVII secolo, per agevolare gli spostamenti delle truppe in occasione degli attacchi dei nemici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...