Tangenti, il comandante dei vigili urbani non si dimette COMMENTA  

Tangenti, il comandante dei vigili urbani non si dimette COMMENTA  

Scandalo a Roma con l’iscrizione nel registro degli indagati di cinque vigili urbani per tangenti; la notizia che ha suscitato scalpore si è abbattuta come un ciclone sul comandante dei vigili urbani di Roma, Giuliani che alla domanda sulle sue dimissioni ha seccamente replicato di non essere iscritto nel registro degli indagati e che non ci sono motivi per rassegnare il suo mandato.

Alemanno, di fronte a questo caso, annuncia di andare in procura e solo dopo aver fatto una verifica di quanto sta succedendo, rilascerà delle dichiarazioni.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*