Tania Cagnotto regina dei tuffi, oro storico ai mondiali di nuoto - Notizie.it
Tania Cagnotto regina dei tuffi, oro storico ai mondiali di nuoto
Sport

Tania Cagnotto regina dei tuffi, oro storico ai mondiali di nuoto

A volte basta saper aspettare, continuare a crederci e, alla fine, il risultato e le belle notizie arrivano.
Quando poi arrivano, non si può che pensare quanto ne sia valsa la pena, di aspettare così tanto. Sì, perché la vittoria che arriva per ultima è quella in cui quasi non si spera più, quella che cancella ogni delusione o sbavatura precedenti.
Tania Cagnotto, a 30 anni, di mondiali ne aveva già disputati sette, tutti a livelli altissimi, tutti concluso sul podio. 3 argenti e 4 bronzi che hanno riconosciuto la classe e la serietà di un’atleta unica, eccezionale. Allo stesso tempo, sette medaglie che sembravano stare li a ricordare a tutti che qualcuno di più forte di lei, comunque, c’è stato in ogni gara.
Invece per Tania è arrivato il momento di prendersi la rivincita, perché è arrivato il giorno in cui, dal trampolino, non c’è cinese al mondo che si tuffi meglio di lei.

Il giorno della finale femminile di tuffi dei mondiali russi di Kazan, il giorno in cui l’argento va alla 23enne Shi Tingmao e il bronzo alla 24enne He Zi e, sul gradino più alto, con la medaglia d’oro al collo, ci finisce proprio Tania Cagnotto.
“E’ il giorno più bello della mia vita, un sogno realizzato” ha dichiarato la neo campionessa mondiale “me lo sentivo, già dai preliminari, che qualcosa di buono era nell’aria. Non ho dormito tutta la notte, non stavo più nella pelle, non vedevo l’ora di salire su questo trampolino e non pensarci più”.
Una vittoria pazzesca, inaspettata, giusta, giustissima, che premia un’atleta a cui questa medaglia d’oro mancava come se gliel’avessero rubata. Un oro storico, poi, che all’Italia mancava da quarant’anni, dal lontano 1975 con Dibiasi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche