Taranto, denuncia Cgil contro Call Center: 'Paga investigatori per controllare i dipendenti'

Taranto, denuncia Cgil contro Call Center: ‘Paga investigatori per controllare i dipendenti’

Cronaca

Taranto, denuncia Cgil contro Call Center: ‘Paga investigatori per controllare i dipendenti’

Andrea Lumino, segretario generale della Slc Cgil ha attaccato l’azienda Teleperformance, che a Taranto impiega 1.600 dipendenti diretti e circa 1.000 a progetto, contestando il comportamento della stessa che avrebbe assoldato detective privati per controllare la vita dei propri dipendenti. Secondo Lumino la Teleperformance avrebbe ‘deciso di utilizzare investigatori privati per controllare i dipendenti in malattia. Riteniamo tutto questo fuori legge e contrario alla normativa vigente, oltre che lesivo della privacy e della dignità dei lavoratori‘.

Il sindacalista ha preso come riferimenti quanto accaduto ad una dipendente che sarebbe dovuta ricorrere all’intervento della polizia poichè spaventata da una auto parcheggiata proprio davanti la propria abitazione, dopo averla inseguita. Come ha rivelato Lumino, sono stati gli agenti ad individuare le ragioni per le quali la macchina era appostata sotto la casa della dipendente: ‘ha scoperto che non erano malintenzionati, ma investigatori privati assoldati dall’azienda per cui lavora che tentava di scoprire se la donna fosse davvero in malattia oppure no’.

Lo stesso giorno la donna era stata fatta oggetto di un provvedimento disciplinare ‘per una infrazione commessa dopo il termine dell’orario di reperibilità per malattia’ ha rivelato lo stesso sindacalista.

Ma il fatto più avvilente per la giovane lavoratrice di Taranto è quello che ha risposto l’azienda, dopo le che la donna ha fornito le sue spiegazioni e informato di aver chiamato la polizia per l’agitazione, dopo avere individuato l’auto sotto casa.

L’azienda le avrebbe risposto ‘prendiamo atto di quanto da lei comunicato in ordine alla sua richiesta di intervento della polizia, riservandoci ogni azione a tutela dei nostri diritti, ove da ciò derivassero conseguenze pregiudizievoli per nostra società’.

Dopo le accuse della Slc Cgil, l’azienda Teleperformance ha replicato con una nota nella quale ha difeso il proprio operato: ‘La società precisa che tutte le azioni svolte a favore di una migliore organizzazione aziendale sono sempre state effettuate nel pieno rispetto della legge, seguendo pertanto le disposizioni previste dalla normativa in materia’.

2 Trackback & Pingback

  1. Taranto, denuncia Cgil contro Call Center: ‘Paga investigatori per controllare i dipendenti’ | Braincell
  2. Taranto, denuncia Cgil contro Call Center: ‘Paga investigatori per controllare i dipendenti’ | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche