Tav, violento assalto nella notte al cantiere

Cronaca

Tav, violento assalto nella notte al cantiere

Non si arrestano le proteste al cantiere Tav di Chiomonte attaccato l’altra notte da una trentina di persone che hanno lanciato bottiglie incendiarie ma anche bengala e razzi utilizzando anche un rudimentale mortaio. Un compressore utilizzato per i lavori è stato danneggiato, incendiandosi; sono scoppiati scontri con la polizia, che ha lanciato lacrimogeni e getti di idrante: dopo una ventina di minuti il gruppetto è fuggito allontanandosi nei boschi. Il mortaio è stato trovato poco dopo dalla polizia, insieme ad alcune torce, usate per accendere le molotov, cesoie, una maschera antigas e alcuni catenacci, usati per bloccare i cancelli impedendo alle forze dell’ordine di uscire dal cantiere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche