TBS Group: servizi integrati di ingegneria, ict e teleassistenza COMMENTA  

TBS Group: servizi integrati di ingegneria, ict e teleassistenza COMMENTA  


TBS Group è un’azienda leader nell’Ingegneria Clinica, nei sistemi ICT e nella telemedicina e teleassistenza. È presente in venti Paesi ed ha all’attivo 46 centri operativi. Sono più di mille le strutture sanitarie interessate fino ad oggi. Queste possono avvalersi della presenza di 850.000 apparecchiature e dispositivi ultra-tecnologici messi in rete simultaneamente. Il gruppo aziendale si è costituito sul finire degli anni ottanta e si è affermato da subito come una nuova realtà nell’ambito dell’ingegneria clinica. Seguendo gli sviluppi tecnologici del settore, TBS Group si è sempre più direzionata verso la gestione integrata di tutti gli apparecchi e gli strumenti clinico-ospedalieri. Grazie a questo accorpamento si riescono a ridurre le spese, potenziando i servizi a disposizione e amplificando l’efficienza degli stessi macchinari.
L’impronta aziendale e i processi di sviluppo sono stati definiti sin da subito mediante la collaborazione con l’Istituto di Fisiologia Clinica appartenente CNR di Pisa. Dopo l’anno 2000 inizia la forte espansione dell’azienda verso l’estero, coinvolgendo investitori privati e grandi industrie.
I servizi di teleassistenza e di telemedicina consentono di mettere in collegamento continuo ospedale e servizi territoriali. Tutto questo è permesso grazie alla presenza di Centri specializzati attivi 24 ore al giorno, i quali attivano protocolli specifici per gestire le emergenze. In questi processi è fondamentale il supporto di prodotti di domotica e telemedicina, costruiti ad hoc per smaltire tali esigenze.
Con la teleassistenza ogni paziente viene monitorato di continuo, allertando il sistema ospedaliero qualora dovessero verificarsi problematiche ed urgenze. Il protocollo è stato studiato nei minimi dettagli per garantire un telesoccorso immediato e accompagnare l’utente nella sua quotidianità, con un controllo costante.
Grazie al telemonitoraggio da remoto (RPM) e alla telediagnostica, è possibile seguire a distanza le condizioni clinico-fisiologiche del paziente. Questo consente di monitorare patologie ad andamento cronico anche se il paziente si trova a casa, in farmacia o presso un centro diurno. D’altro canto, questo servizio riduce il rischio di ospedalizzazione e degenza a lungo termine, migliorando la qualità della vita dell’anziano. Inoltre è possibile avvalersi della teleprenotazione di indagini diagnostiche ed effettuare direttamente teleconsultazioni con i propri specialisti. Le agende e il calendario degli appuntamenti dei medici di medicina generale, delle guardie mediche e degli altri operatori domiciliari sono messi in comunicazione, offrendo un’assistenza immediata e totale a distanza.
La digitalizzazione della sanità sfrutta la velocità di trasmissione delle informazioni telematiche, accorciando distanze e tempi e raggiungendo ogni paziente nel momento opportuno. Questo facilita inoltre la creazione di un vero e proprio network di lavoro, dove si agisce su più livelli: prevenzione, accesso alle cure, fase diagnostica, trattamento e monitoraggio terapeutico. Mediante il processo di digitalizzazione, si opera sulla base di tre criteri: contenere la spesa sanitaria, ottimizzare le risorse a disposizione di ogni singolo presidio ospedaliero, ridurre le lunghe degenze. L’intero sistema funziona mediante una piattaforma LiSa sviluppata con phi Technology. Tale tecnologia è stata studiata per le soluzioni web di tipo sanitario. Mediante tale piattaforma, è possibile lavorare all’interno dei sistemi clinici ospedalieri, dei sistemi amministrativi e di accesso (come il 118 e il Pronto Soccorso) e della sanità territoriale.

Leggi anche

Finlandia: uccise a fucilate amministratrice e due giornaliste
Esteri

Finlandia: uccise a fucilate amministratrice e due giornaliste

 Tre donne: la presidente cinquantenne del consiglio comunale di Imatra, Tiina Wilén-Jappinen e due giornaliste, una trentenne l'altra sui cinquanta, sono state assassinate da un uomo. Tre donne  assassinate da un uomo solo, il 23enne Jori Lasonen, proprio all'entrata di un ristorante nel quartiere della vita notturna della cittadina meridionale di 28mila abitanti a circa 230 chilometri dalla capitale Helsinki e non lontano dal confine russo. L'uomo è un pregiudicato che nel 2013 aveva già aggredito con un pugnale alcuni passanti, uomo che è stato arrestato ed è adesso sottoposto a stringenti interrogatori. Afferma però  la portavoce della polizia, la Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*