Tecnologia Contactless: consumatore protetto con Liability COMMENTA  

Tecnologia Contactless: consumatore protetto con Liability COMMENTA  



Buzzoole

La tecnologia avanza come sempre e questo vale anche nel settore dei pagamenti, dove è nato un nuovo metodo di pagamento chiamato Contactless. Questo metodo viene applicato alle carte di credito e consente di non inserire più le suddette carte nei Pos, basta infatti solo avvicinarle: un segnale luminoso indica che la carta è stata letta e le transazioni avvengono in pochi secondi. Inoltre, in caso di pagamenti al di sotto dei 25 euro non vi è alcun bisogno di inserire il PIN o firmare una ricevuta.

Queste carte pongono le basi per future applicazioni Near Field Communication (NFC) che prevedono l’associazione di un telefono NFC-enabled (ovvero con un sistema RFID read/write incorporato) o di un qualsiasi altro dispositivo (ad esempio tablet e smartphones) che permetteranno di effettuare pagamenti elettronici o accedere ai servizi.

Attualmente queste carte sono molto usate nella provincia di Milano, che è stata una delle prime città nelle quali i pagamenti contactless sono stati lanciati , e dal 1° gennaio sono state accettate anche dalle macchine distributrici di biglietti di Trenitalia.

Alcune Associazioni hanno espresso la preoccupazione che i sistemi di pagamento dotati di tecnologia Contactless possano essere vulnerabili, sostenendo che un malintenzionato equipaggiato di palmare sia in grado di copiare agevolmente i dati di una carta Contactless direttamente dalle tasche del titolare mentre il possessore della carta passeggia per la strada. A dare un chiarimento è intervenuta innanzi tutto la Polizia nei sui canali ufficiali, spiegando che i dati così ottenuti, non possono in alcun modo essere utilizzati per acquisti presso esercizi fisici né tantomeno on line, in quanto mancano alcune fondamentali informazioni aggiuntive per la conclusione della transazione.

Inoltre i circuiti e gli istituti finanziari che promuovono la nuova tecnologia, hanno spiegato che questo metodo di pagamento è sicuro quanto quello della carte a pagamento tradizionali, perché ogni carta è dotata di un codice cifrato unico, per proteggere i dati. Inoltre, il pagamento può essere effettuato solo se la carta è a meno di 4 cm dal POS: ogni transazione genererà un crittogramma unico che non potrà essere riutilizzato per nessun’altra transazione.

I possessori delle carte Contactless inoltre sono protetti a norma di legge contro ogni uso fraudolento delle loro carte, e sono sempre tutelati dalla loro banca per perdite derivanti da qualunque episodio fraudolento. La tecnologia Contactless è quindi una tecnologia che può solo aiutare chi la usa a risparmiare tempo nei pagamenti e far dormire sonni tranquilli sulla sicurezza della carta in uso. I pagamenti con tecnologia Contactless si sono diffusi in ben 20 Paesi europei a dimostrazione del fatto che il nuovo metodo funziona in modo impeccabile.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*