Telecom: vicina l’intesa su Telco COMMENTA  

Telecom: vicina l’intesa su Telco COMMENTA  

Telefonica ha raggiunto l’accordo con i partner italiani, Mediobanca, Intesa Sanpaolo e Generali, per mantenere il patto degli azionisti per quanto riguarda Telecom Italia e per rafforzare il bilancio di Telco, che detiene il 22,4 % di Telecom Italia.


L’accordo prevede un aumento di capitale per Telco, mediante emissione di azioni di classe C, senza diritto di voto, che Telefonica sottoscriverà interamente per un importo totale di 324 milioni di euro. Allo stesso tempo, Telefonica raggiungerà il 70 % del prestito obbligazionario emesso da Telco per un prezzo di acquisto complessivo di 424 milioni di euro, pagato con azioni proprie. Telefonica quindi aumenta la sua partecipazione in Telco al 66 %, pur mantenendo i propri diritti di voto al 46,2 %.


In una seconda fase, soggetta a ricevere le corrispondenti autorizzazioni di legge, Telefonica avrà il diritto di aumentare la propria posizione in Telco al 70 % . Inoltre, Telefonica avrà la possibilità di convertire le azioni di Classe C in azioni ordinarie con diritto di voto e avrà la possibilità di acquistare il resto delle azioni di Telco dai suoi partner italiani.


Telefonica afferma che questo accordo non modifica i suoi piani di riduzione dell’indebitamento finanziario netto al di sotto di 47 miliardi di euro entro la fine del 2013, in quanto la struttura dell’operazione prevede un impatto neutro sul leverage della società.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*