Telefonata Obama – Putin, ma l’Ucraina ferma il dialogo COMMENTA  

Telefonata Obama – Putin, ma l’Ucraina ferma il dialogo COMMENTA  

Prove di disgelo fra USA e Russia. Anzi, no.

Secondo quanto riportano le fonti statunitensi, il presidente russo Vladimir Putin avrebbe deciso, ieri, di telefonare a Barack Obama per discutere di alcune importanti questioni, politica anti Stato Islamico e nucleare iraniano. Niente Ucraina, almeno nelle intenzioni di Putin, che, forse, puntava ad argomenti sui quali sa benissimo di essere, se non indispensabile, quanto meno fondamentale nell’ambito delle strategie internazionali.


Facendo eco a quanto a quanto, quasi in contemporanea, dichiarava in parlamento il vice capo del Pentagono, Robert Work, il presidente Obama avrebbe però risposto a Putin che non ci sono novità di cui discutere e che, in ogni caso, per poter riaprire un dialogo, gli USA chiedono alla Russia il rispetto integrale degli accordi di Minsk.


Robert Work, nel frattempo, stava commentando appunto l’operato russo in merito al riarmo nucleare annunciato qualche settimana fa, dichiarando senza troppi giri di parole che, secondo il Pentagono, Putin “sta giocando con il fuoco”.

Diplomazia USA compatta, quindi, con Putin che, se le cose sono andate proprio così, se ne va a mani vuote, almeno per il momento.


La Guerra fredda è ricominciata, secondo quanto diversi analisti avevano pronosticato, ma la sensazione è che si tratti di una battaglia ancora più sottile, perché gli USA non possono ignorare che, negli equilibri mondiali che saranno disegnati dalle vicende in Medio Oriente e dall’azione del Califfato, la Russia potrà giocare un ruolo chiave, e non averla come alleata potrebbe essere una grave imprudenza.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Telefonata Obama – Putin, ma l’Ucraina ferma il dialogo | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*