Come tenere pulita la propria auto

Guide

Come tenere pulita la propria auto

Manate sui finestrini, tappetini pieni di terra, crackers schiacciati nei sedili, cartacce ovunque e persistenti odori provenienti da chissà dove, sono ordinaria amministrazione per molte auto di famiglia. La pulizia e l’organizzazione di tale disordine può sembrare scoraggiante, ma con un paio di strumenti e trucchi semplici, avrete una vettura più pulita in poco tempo.

FINESTRINI: I finestrini della tua auto sono sempre pieni di impronte digitali? Per una soluzione rapida, tieni sempre con te una confezione di salviette per neonati, come detergente istantaneo. Se hai in macchina un detergente per vetri, spruzzalo su un panno e mai direttamente sulle finestre. Per i vetri oscurati, evita i prodotti con ammoniaca in quanto potrebbero causare lo scolorimento o la rottura degli stessi.

UN POSTO PER OGNI COSA: Il segreto per avere una macchina sempre pulita ed in ordine, è quello di dare ad ogni cosa un posto. Un esempio è quello di istallare delle retine portaoggetti sul retro dei sedili anteriori, così da potervi riporre i giocattoli dei bambini, eventuali bottigliette d’acqua, cartine geografiche e quant’altro.

Tieni sempre i documenti dell’auto nello sportellino del cruscotto, il viacard o la tessera del carburante nel vano del parasole etc. Inoltre, insegna ai tuoi bambini e riporre sempre ogni cosa al suo posto ed a restare composti mentre si è in auto, così da evitare confusione e disordine.

BASTA BRICIOLE: Porta sempre nella tua auto un aspirabriciole da viaggio, così da poter pulire immediatamente i sedili qualora, mangiando, si fossero riempiti di briciole. Lo stesso vale per i tappetini, quando si riempiono di sporcizia, polvere, fango o terra. Per evitare le macchie, poi, ti conviene foderare i sedili con delle apposite coperture, facilmente sfilabili e lavabili.

PORTA RIFIUTI DA AUTO: Per evitare che la tua auto si riempia di cartacce, e dal momento che i posacenere in dotazione non sono sufficienti allo scopo, puoi mettere nella tua auto un piccolo contenitore appositamente per i rifiuti. In commercio se ne trovano molti, come quelli per il campeggio, in stoffa pesante, lavabili, richiudibili e praticissimi.

FANGO: C’è del fango nella tua auto? Niente paura, con un po di pazienza e gli strumenti giusti, sarai in grado di liberartene subito e ovunque ti trovi.

Per prima cosa, sfila i tappetini e sbattili all’esterno, per togliere sassi e terra, poi usa se ne hai a disposizione, dell’acqua saponata ed una spugna per lavare via i residui di sporco, oppure le fatidiche salviettine usa e getta, che sono comode anche per gli interni in pelle o per i sedili. Oppure sfrutta il bordo di una carta di credito per raschiare delicatamente via il fango,qualora fosse già secco o appiccicato.

LIQUIDI: Soprattutto quando si hanno bambini piccoli, non è infrequente che succhi di frutta, bibite e simili si rovescino su sedili e tappezzeria. Per evitare il disastro e le eventuali macchie conseguenti, agisci subito: usa un panno asciutto e premilo delicatamente sul sedile per raccogliere il liquido in eccesso. Usa poi un panno umido insaponato, strofina delicatamente e poi asciuga con un panno pulito. Per le macchie già secche, usa un prodotto smacchiante apposito per interni auto.

CATTIVI ODORI: I profumatori per auto sono ormai la norma, se ne trovano di tutti i tipi e profumazioni, e c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Puoi optare per il classico e veloce spray, oppure, se fumate in auto, per la “cenere magica”, che lascia i posacenere sempre profumati eliminando l’odore di sigaretta. O, ancora, il classico alberello profumato, per una fragranza continua, o anche dei batuffoli di cotone imbevuti dei tuoi oli essenziali preferiti. Ma se desideri un’auto che conservi sempre un buon odore, le regole sono essenzialmente tre: non fumare, lava gli interni della tua auto una volta a settimana, detergi anche la tappezzeria ed i sedili con un detergente profumato apposito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...